TimGate
header.weather.state

Oggi 07 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:01

 /    /    /  Bambini e bugie: come comportarsi
Bambini e bugie: come comportarsi

Mamma che rimprovera la figlia- Credit: iStock

BAMBINI15 febbraio 2020

Bambini e bugie: come comportarsi

di Luciana Zompì

A tutti è capitato di dire una bugie, ma come insegnare ai propri piccoli che è sbagliato?

Come affrontare una fase

Che le bugie siano sempre esistite si sa, così come è normale che parlandone il termine porti a una fisiologica e divertente associazione con i più piccoli, nonostante anche una parte di adulti tenda a ricorrere alle falsità.

 

Quando si parla di bambini e bugie non si sa bene come comportarsi, ma bisogna sempre partire da una consapevolezza, ossia che altro non sono che una fase transitoria, tanto normale quanto fisiologica, vediamo insieme perché.

Le bugie come strumento di crescita

Nonostante non siano amate e degne di rispetto, le bugie per i piccoli rappresentano una fase importantissima durante le tappe della crescita, uno strumento a cui essi ricorrono per edificare i propri spazi e le proprie stanze più segrete, in cui stipare emozioni forti, sentimenti e pensieri che non solo hanno paura di palesare al mondo esterno, quello “dei grandi”, ma che si vergognano anche a mettere allo scoperto.

 

I timori dei genitori di fronte alle bugie dei propri figli sono anche giustificati, anche se bisognerebbe pensare che i bambini ricorrono alle menzogne soprattutto per tutelarsi, secondo il loro pensiero, piuttosto che per ottenere vantaggi, o perché hanno paura di perdere affetto da parte dei genitori.

 

Quel che conta è che si tenda sempre un orecchio ai piccoli, cercando di comprendere cosa significhino per loro quelle bugie e quali siano le motivazioni che li spingono a dirle, evitando di ricorrere subito e indipendentemente da tutto a punizioni e urla di rimprovero.

 

Tra l’altro proprio il modo in cui noi adulti gestiamo questi aspetti quando sono bambini, ci aiuterà o al contrario ci si ritorcerà contro nella fase ancora più delicata dell’adolescenza, quando la bugia rappresenterà una modalità per affermare la propria identità e per rivendicare la propria autonomia.