Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 aprile 2021 - Aggiornato alle 16:19
Live
  • 16:30 | "Sindrome di Stendhal" di Emanuele Aloia è su TIMMUSIC
  • 16:30 | Travis Barker e la dedica a Kourtney Kardashian
  • 16:11 | “Hermitage” è il nuovo album dei Moonspell, l’intervista
  • 16:10 | Spazio, l'elicottero Ingenuity della Nasa ha volato su Marte
  • 15:35 | Cos'è "Bauli in piazza" e chi sono gli artisti che hanno aderito
  • 15:35 | I giorni decisivi del Recovery Plan (Pnrr)
  • 15:20 | Quali tipi di plastica si possono riciclare?
  • 15:17 | I coreografi dei vip: chi sono i più famosi
  • 15:12 | 10 segnali per capire se le piaci
  • 15:05 | Lo smart working fa bene all'ambiente, dati e vantaggi
  • 15:03 | Perché si chiamano “soap opere”?
  • 14:55 | Kate Middleton è la vera erede del principe Filippo
  • 14:53 | Fabrizio De André, quali sono le canzoni più amate
  • 14:40 | Kanye West vorrebbe frequentare un’artista
  • 13:31 | L'apprensione internazionale per Navalny
  • 13:30 | Un terremoto scuote il calcio: ecco che cos'è la Super League
  • 13:05 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 13:00 | Paul McCartney, 12 artisti reinterpretano il suo ultimo album
  • 12:31 | L'iceberg più grande del mondo si è sciolto
  • 12:15 | Amici 20, i fan intervistano Martina: il video in esclusiva per TIM
Calendario Maya per chi è in dolce attesa Calendario Maya per chi è in dolce attesa - Credit: iStock
MAMME 6 aprile 2021

Calendario Maya per chi è in dolce attesa

di Luciana Zompì

Scopri di più sul calendario del concepimento

Se siete in dolce attesa e siete nelle primissime fasi della gravidanza, probabilmente sarete già state investite non solo dalla vostra curiosità di sapere se stringerete tra le braccia una bimba o un maschietto, ma anche dalla raffica di domande di amici e vicini, parenti e suocere che si lanciano nell’impresa di predire il sesso del nascituro, magari secondo leggende e modi di dire di un tempo legati alla forma della pancia, o ai mutamenti fisici, alla radiosità del viso e i cambiamenti della pelle.

 

Poco importa in realtà, visto che i giochi sono fatti, ma chi ci impedisce di giocare e provare davvero a indovinare se sarà maschio o femmina? Il calendario Maya per chi è in dolce attesa è uno dei metodi che molte mamme sperimentano, con leggerezza, ovviamente, giusto per provare a predire quello che sarà.

Il calendario Maya

I Maya in fatto di premonizioni e segnali la sanno lunga e questo è risaputo, e se è vero che ci hanno abituato a moniti catastrofici che segnalano con precisione (sempre grazie al cielo decaduta) e ciclicamente fini del mondo, è vero anche che hanno ideato un calendario con cui provare a prevedere il sesso del bambino.

 

Come funziona? Basta incrociare alcuni dati tra cui l’età della mamma e il mese del concepimento, proprio come avviene con un altro calendario simile, quello cinese, che però ha risultati diversi.

 

Vediamo insieme come è fatto il calendario Maya per chi è in dolce attesa e come provare a sfruttarlo per giocare e sognare.

La struttura del calendario

Il calendario Maya è costituito da una griglia in cui vengono riportati sulla larghezza i dodici mesi dell’anno, mentre per la lunghezza corrono le varie età possibili della mamma, a partire dai 16 anni sino ai 40.

 

Secondo la tabella, conoscendo il mese del concepimento e incrociandolo con l’età materna nel momento in cui la donna è rimasta incinta, si potrebbe indovinare il sesso del nascituro o pianificare, volendo, anche quando concepirlo.

 

Come immaginerete il calendario, come quello cinese, non ha alcun fondamento scientifico, resta solo un modo leggero per ingannare il tempo e provare a giocare, in attesa delle conferme che verranno man mano che procederete con la gravidanza.

I più visti

Leggi tutto su Donna