TimGate
header.weather.state

Oggi 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 08:00

 /    /    /  Come scegliere il pediatra
Come scegliere il pediatra

Pediatra- Credit: iStock

MAMME23 maggio 2020

Come scegliere il pediatra

di Luciana Zompì

L’iter per l’iscrizione

Quando nasce un bambino è di prassi che i genitori lo “affidino” alle cure di un pediatra, un professionista che oltre ai controlli mensili previsti inizialmente per valutare lo stato di salute e la crescita del piccolo possa anche essere un confidente, un supporto e un aiuto costante per i genitori.

 

Il Servizio sanitario nazionale suggerisce che ogni piccolo tra 0 e 6 anni abbia un proprio medico di riferimento, scelto liberamente in base ai propri parametri, che accompagnerà la crescita del bambino sino all’adolescenza.

Come scegliere il pediatra

Tolto che alla base della scelta ci dovrà essere una fiducia incondizionata verso il professionista, di cui potrete informarvi tramite curriculum in caso non lo conosciate personalmente o in caso non conosciate nessun genitore che si è già affidato a lui, è bene che il pediatra venga individuato tenendo conto anche di criteri importanti come la vicinanza.

 

Per iscrivere il neonato basterà recarsi presso la propria ASL muniti di un documento d'identità della madre o del padre, codice fiscale del bambino e certificato di nascita, indicando poi la propria preferenza per il pediatra.
Il neonato viene immediatamente iscritto, a meno che il pediatra non risulti con richieste in esubero, il che significa che si è oltre la soglia degli iscritti permessi, e allora si dovrà necessariamente optare per qualche altro collega.