TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 06:00

 /    /    /  Come sopravvivere a una serata in pizzeria, 3 consigli
Come sopravvivere a una serata in pizzeria, 3 consigli

Bambina che piange- Credit: iStock

BAMBINI25 giugno 2021

Come sopravvivere a una serata in pizzeria, 3 consigli

di Luciana Zompì

Ecco come sopravvivere ad una serata fuori con i propri bambini!

Mini manuale di sopravvivenza

Seratina fuori con i bambini? Se si prospetta un invito a cui non potete dire di no o se avete comunque deciso di evadere un po’ e trascorrere del tempo fuori, magari in pizzeria, sicuramente starete pensando a tutti i trucchi da adottare per sopravvivere se al seguito ci sono i piccoli. Come sopravvivere a una serata in pizzeria, 3 consigli per uscire indenni, a pancia piena e magari pensare anche che sì, si può rifare.

 

 

Consiglio numero 1

Provate a non partire prevenuti, nel senso, non privatevi di serate e uscite solo per il timore che con i vostri figli possiate dare fastidio oppure finire solo col trascorrere tempo stressante. I bambini non si comportano male a priori, soprattutto se si riesce a intrattenerli e a far vivere la serata in modo rilassato e leggero, ricordate che tendono non solo a emularci, ma avvertono anche ogni tensione e nervosismo, comportandosi spesso di conseguenza.

Una serata in pizzeria con i bambini significa anche tempo trascorso insieme, magari chiacchierando sul tipo di pizza, sui gusti che si preferiscono, sulle chiacchierate che si potrebbero fare. Questo il consiglio numero 1.


Consiglio 2 e 3

Non uscite mai, soprattutto se avete bambini piccoli, senza portare con voi un indispensabile kit giochi con cui intrattenerli al tavolo. Un kit che possa includere magari pennarelli (meglio se non indelebili e se facilmente lavabili), un quaderno o album da colorare, magari figurine o tatoo da fare facilmente, ognuno con il suo in caso abbiate più figli. Non solo questo vi permetterà di farli giocare senza ricorrere a smartphone e tablet o Nintendo varie, ma li terrà lontani dalla noia e quindi di conseguenza dalle lamentele ripetute.

In ultimo, non urlate e non fate in modo che le uniche parole che i piccoli possano sentire durante la serata siano solo no ripetuti e continui, risulterete di certo non solo petulanti e fastidiosi per gli altri clienti, ma finirete con l’avere un effetto contrario sui bambini, che per ripicca cominceranno ad agitarsi ancora di più.