Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 06 maggio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 07:22 | Microsoft elaborerà ed archivierà i dati europei nei Paesi Ue
  • 05:59 | Perché Twitter ha deciso di comprare Scroll
  • 00:01 | SBK 2021, nei test di Aragon Rea abbatte il record della pista
  • 19:53 | Amy Winehouse, esce la raccolta speciale delle sue esibizioni più belle
  • 19:25 | Torna il "Power Hits Estate", tanti artisti live all'Arena di Verona
  • 18:00 | Patate hasselback vegan
  • 17:50 | Le date del tour estivo di Willie Peyote
  • 17:45 | Covid, in Italia altri 258 morti
  • 17:28 | I 60 anni di George Clooney
  • 17:24 | Il 5G come leva per il potenziamento e l’evoluzione del business
  • 17:07 | Serie tv sulla lotta ad Al Capone nella Chicago degli anni 20
  • 17:03 | Cosa preparo per cena? Insalata con cetrioli, pomodori e feta
  • 16:46 | Gli Uffizi vietano la condivisione di foto sui social
  • 16:41 | Nick Kamen, il toccante ricordo di Madonna e dei Duran Duran
  • 16:38 | Su Netflix una nuova commedia su tre figli viziati e superficiali
  • 16:21 | Il vaccino Moderna è efficace contro le varianti più aggressive
  • 16:18 | In asta da Sotheby's nuove opere di Modigliani e di Mirò
  • 16:17 | Conseguenze Brexit: sfida in mare intorno all'isola di Jersey
  • 16:00 | Scozia, perché sono così importanti queste elezioni
  • 16:00 | Observer: System Redux sarà disponibile dal 16 luglio
Perdita del tappo mucoso in gravidanza, cosa fare? Gravidanza - Credit: iStock
MAMME 4 luglio 2020

Perdita del tappo mucoso in gravidanza, cosa fare?

di Barbara Vaglio

La sua perdita avvisa dell’imminenza del parto ma, alle volte, occorrerà attendere un po’

Agli inizi della gravidanza, il tappo mucoso si forma all’interno del collo dell’utero, la sua perdita comunica alla futura mamma che il parto è vicino.

Tappo mucoso e travaglio

Il tappo mucoso ha la funzione di proteggere il feto.

Lo strato mucoso all’interno del collo dell’utero crea, infatti, una barriera contro agenti o sostanze infette provenienti dall'esterno. La sua espulsione, sotto forma di perdite gelatinose, indica l’avvicinarsi del parto e delle contrazioni ma non è detto che il tutto si avvii nell’immediato: potrebbero passare dei giorni prima che abbiano inizio le contrazioni oppure l’espulsione del tappo mucoso potrebbe avvenire in sordina senza che la futura mamma se ne accorga (la perdita del tappo mucoso, infatti, non comporta alcun dolore).
Il momento della perdita del tappo e il travaglio, quindi, non sempre coincidono, e questo perché il tappo può essere espulso in modi diversi in base alla sua dimensione e densità.

Tappo mucoso caratteristiche e come riconoscerlo

Il tappo mucoso non ha la stessa forma, colore, densità e consistenza ma varia da donna a donna e ciò dipende dalla conformazione dell’utero e della cervice, dalla concentrazione ormonale e dal progesterone.
Possiamo, però, indicare una serie di caratteristiche generali: il tappo mucoso ha un aspetto gelatinoso, di colore bianco, anche se può presentarsi con delle sfumature rosse o marroni dovute al sangue più o meno coagulato al suo interno.

 

Come riconoscere la perdita del tappo mucoso?

Se la mamma ha perdite gelatinose più dense rispetto alle solite perdite vaginali, può essere che quello sia proprio il tappo mucoso. Qualche volta le perdite possono riportare delle striature di sangue, rosso vivo o marroncino. 

No ansia ma un po’ di attenzione sì

La perdita del tappo mucoso non deve generare ansia nella futura mamma.
Ci sono, però, dei casi da tenere sotto osservazione e da comunicare al ginecologo:

  • se la perdita del tappo avvenisse con molto anticipo (prima della 34esima o 35esima settimana) potrebbe essere l’avvisaglia di un parto pretermine. In questo caso sarà bene farsi controllare così da accertare la dilatazione del collo dell’utero;
  • se il tappo mucoso coincide con la perdita di secrezioni vaginali molto abbondanti, potrebbe essersi verificata la rottura delle membrane amniotiche;
  • se il liquido fosse di colore verde potrebbe indicare problemi di sofferenza del feto; 
  • se il tappo mucoso è giallo e ha un cattivo odore, potrebbe essere indice di un'infezione;
  • se la presenza di sangue fosse troppo abbondante, sempre meglio accertarsi che non si tratti di un distacco della placenta.
I più visti

Leggi tutto su Donna