Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 maggio 2021 - Aggiornato alle 01:30
Live
  • 07:01 | Basket, Serie A: playoff al via, il programma dei quarti di finale
  • 01:30 | Internazionali di Roma, Sinner lotta ma vince Nadal
  • 00:01 | MotoGP, Dovizioso sui test con Aprilia: possibile tris a Misano
  • 00:01 | Post “seriali” contro Sergio Mattarella online: 11 indagati
  • 22:50 | Il Milan ha vinto 7-0 in casa del Torino
  • 20:34 | Covid, la variante indiana è arrivata in 44 paesi
  • 19:26 | Migranti, il piano del governo per l’estate
  • 19:09 | “Dirty Lines”, la serie Netflix sulle prime linee erotiche
  • 18:56 | Giro d’Italia 2021, quinta tappa all’australiano Caleb Ewan
  • 18:55 | Lo Zelig torna per festeggiare 35 anni di risate
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 262 morti
  • 17:45 | La regina Elisabetta all’apertura del Parlamento
  • 16:30 | Draghi: 'Sulle riaperture ci sarà un approccio graduale'
  • 16:00 | Milano, il nuovo progetto di Piazzale Loreto
  • 15:19 | L'effetto del vaccino su chi ha già avuto il Covid
  • 15:00 | Gianluigi Buffon, addio alla Juve (ma non al calcio)
  • 14:47 | Con la mascherina peggiorano i problemi alla pelle
  • 14:36 | Covid, il vademecum sull'uso della mascherina d'estate
  • 14:25 | Elodie: altezza, età e fidanzati della cantante di Amici
  • 14:16 | Nilufar: età, altezza e biografia della vip
Pressione inversa allattamento, che cos'è - Credit: iStock
MAMME 14 marzo 2021

Pressione inversa allattamento, che cos'è

di Luciana Zompì

Tra le soluzioni per risolvere le infiammazioni e gli ingorghi c’è una tecnica chiamata la pressione inversa allattamento. Vediamo di cosa si tratta

Quando si parla di allattamento e mamme si apre un mondo fatto di disquisizioni, suggerimenti, consigli, a volte anche non richiesti, ma anche problemi che possono costellare il percorso e interferire con un allattamento sereno, come ad esempio gli ingorghi mammari e le mastiti che potrebbero essere conseguenti. 

La pressione inversa

La tecnica della pressione inversa, abbreviata nell’acronimo inglese RPS, è una tecnica che consente alle donne alle prese con ingorghi mammari e mastiti di ammorbidire la zona dell’areola del capezzolo tramite lievi compressioni manuali, senza alcun trauma, che siano continue e decise.

 

In questo modo, le pressioni esercitate andranno ad ammorbidire la mammella, permettendo al bambino di attaccarsi al seno e di effettuare una suzione che possa agevolare la mamma, sbloccando la situazione anche in caso di seno ingorgato.

Come si effettua praticamente?

La pressione inversa consiste nell’esercitare una pressione costante nell’interno della mammella, in direzione torace, per almeno un minuto o poco più, concentrando i movimenti sulla base del capezzolo.
 
Terminata la pressione sarà possibile attaccare il bimbo, o continuare a spremere qualora egli non riesca ancora ad attaccarsi senza innervosirsi.

Il gonfiore 

In questo modo il turgore e gonfiore mammario, dovuto all’ingorgo, tenderà a regredire, soprattutto se si opera in modo sereno, magari stendendosi sulla schiena se il dolore e il gonfiore sono molto accentuati.

 

Premendo con gentilezza e mantenendo la pressione costante per qualche minuto potrebbero formarsi anche piccoli avvallamenti nel seno, saranno proprio questi a permettere un ammorbidimento dell’areola e un conseguente attacco del bambino al seno.

I più visti

Leggi tutto su Donna