TimGate
header.weather.state

Oggi 21 maggio 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  Quando i bambini fanno i capricci: come gestirli
Quando i bambini fanno i capricci: come gestirli

Fare i capricci- Credit: iStock

BAMBINI04 maggio 2020

Quando i bambini fanno i capricci: come gestirli

di Luciana Zompì

Pazienza e calma, le carte vincenti

Ogni genitore che ha uno o più bambini da gestire sa quanta energia possano avere e quanto, soprattutto, possano concentrare tutti i loro capricci nei momenti meno opportuni, tipo in luoghi pubblici, quando decidete di andare a cena o a pranzo fuori, a una festa.

La pazienza dei genitori e degli adulti in generale viene sempre messa a dura prova, ma quando i bambini fanno i capricci occorre gestirli al meglio, senza urlare e mantenendo i nervi salvi.

Non dimenticate che sono bambini

I piccoli fanno capricci, ma non tutti sanno che proprio queste manifestazioni sono un modo di espressione e comunicazione, un mezzo con cui i piccoli cominciano ad affermare la propria identità, per cui sono assolutamente fisiologici.

 

Al genitore spetta il compito di rabbonirli, perché non sconfinino in maleducazione e non diventino molesti anche per gli altri, ma occorre davvero preventivare tutta la pazienza del mondo per tenerli a bada, ricordando che sono sempre bambini appunto e che non è possibile che ubbidiscano sempre allo stesso modo e a comando.

 

Per gestire i loro slanci e il loro modo esuberante di essere, soprattutto se si è in giro, in un ristorante, in qualche luogo che non è casa propria, cominciate con il dimostrare empatia, mettendovi al loro livello, anche visivo, stabilendo con loro un contatto che li faccia sentire coccolati e compresi. In questo modo i bambini non vi vedranno come adulti che puniscono e censurano ogni atteggiamento, ma come entità vicine in cui rifugiarsi per essere calmati e compresi.