TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:06

 /    /    /  Quando presentare il nuovo partner ai propri figli
Quando presentare il nuovo partner ai propri figli

Famiglia- Credit: iStock

MAMME29 maggio 2021

Quando presentare il nuovo partner ai propri figli

di Barbara Vaglio

Sembra giunto il momento di fare le presentazioni, ecco come essere sicure che i propri figli accolgano al meglio il nuovo compagno.

La famiglia è il porto sicuro, è il posto dove sentirsi protetti quando altrove ci sono turbolenze o situazioni spiacevoli. Ma quando il quadretto familiare non è poi così idilliaco, nuclei familiari messi a dura prova e genitori separati, come si fa?

Il problema è serio quando i figli sono in balìa delle onde e delle discordie eventuali tra genitori tanto che il loro punto di riferimento appare compromesso. Ma, a prescindere dall’età dei figli e dal fatto che i genitori sono umani e possano decidere di lasciarsi perché non stanno più bene insieme, come comportarsi se nel quadro generale intervengono nuove persone? Quando è il caso di fare le presentazioni?

Non esiste un’età adatta per comunicare al figlio che si ha un nuovo partner, non è così automatico che un bambino o un ragazzo accetti questa new entry.
Quando il bambino è molto piccolo si teme che sia troppo piccolo, quando è adolescente si sa che queste notizie possono essere causa di lotte intestine e non proprio facili da gestire (l’adolescenza è un periodo difficile per antonomasia), quando il figlio è adulto la separazione dei genitori e la presenza di un nuovo partner destabilizzano sempre e comunque.
La cosa più importante in assoluto è una: prima di ogni presentazione o introduzione, dovete essere sicuri del sentimento che provate per il nuovo partner e che il vostro rapporto sia sufficientemente maturo per affrontare questo nodoso “banco di prova”.

Le presentazioni scateneranno in voi un turbinio di sentimenti e uno stato di agitazione, ovviamente comprensibili, ma quel che vi consigliamo è di rassicurare i vostri bambini. Fate capire loro che nessuno potrà mai scardinare il vostro rapporto speciale e che nessuno, soprattutto, avrà la presunzione di sostituirsi alla figura paterna o materna.


Un’altra modalità utile è quella di lasciare che il nuovo compagno e vostro figlio comunichino e trovino il loro equilibrio senza che intromissioni da parte vostra e che creino, quindi, le basi di un rapporto nuovo.