TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 12:00

 /    /    /  5 falsi miti sull'acne
5 falsi miti sull'acne

Ragazza osserva il suo viso allo specchio- Credit: Pexels

MODA03 agosto 2022

5 falsi miti sull'acne

di Melissa Viri

Cose da sapere sull'acne.

L'acne non è un problema della pelle che si ha solo in adolescenza, può capitare anche da adulti, per via di numerose cause che sconvolgono il nostro assetto ormonale. Scopriamo insieme quali sono i 5 miti da sfatare a riguardo, per non colpevolizzarsi più.

Cause

La causa principale dell'acne è soprattutto lo stress; a parlarne anche Alicia Keys, alla quale ha iniziato a manifestarsi a trent'anni. Si pensa ancora troppo, infatti, che il problema stia in cibi come il cioccolato e gli insaccati, quando, in realtà, ad influenzare la nostra pelle, sono gli zuccheri e i latticini, ma anche grandi eventi come la gravidanza o la menopausa.

 

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è uno squilibrio ormonale di cui soffrono il 5-10% delle donne italiane e può, anch'essa, causare l'acne. I sintomi si sviluppano, solitamente, in età puberale, ma se pensate di soffrirne, basta un esame del sangue.

Rimedi

In ogni caso, prendersi cura della propria pelle, può solo tornare utile, a patto che avvenga in maniera quotidiana e con prodotti appositi. Ne sono un esempio le creme e i sieri con consistenza a gel, arricchiti da ingredienti come l'acqua termale. No, quindi, agli oli, sì a trattamenti topici di tipo antibatterico ed antiossidante. Si dice, infatti, che il sole sia ottimo contro l'acne, ma è vero solo in parte, perché stimolando la produzione di radicali liberi, aumenta quella dei comedoni in inverno. In caso di PCOS, gravidanza, ciclo mestruale o menopausa, sarà necessario parlarne con il proprio medico, ma solitamente, l'acne si tiene sotto controllo con la pillola anticoncezionale, la cura ormonale sostitutiva e con integratori a base di vitamine del gruppo B, echinacea e zinco. Altrettanto utile è l'attività fisica, che abbassa i livelli di zuccheri nel sangue; mentre è assolutamente vietato schiacciare i brufoli.

Miti da sfatare

Il primo mito da sfatare, è che chi ha la pelle acneica non si possa truccare; di fatto, basta scegliere fondotinta e BB cream che abbiano alto potere coprente senza oli; saranno utili a mascherare le cicatrici e i punti bianchi, senza provocare nuove eruzioni cutanee. In questo caso, assume ruolo importante anche la cipria, che è in grado di opacizzare la zona T, annullando l'imbarazzo che l'acne, spesso, genera in chi lo ha. Quella tardiva, poi, è assolutamente identica a quella giovanile e non riguarda solo le donne; gli estrogeni, infatti, vengono secreti anche dal corpo maschile, per via di una sovrapproduzione di testosterone.