Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 29 novembre 2020 - Aggiornato alle 14:31
Live
  • 14:31 | Quali sono i paesi che non festeggiano il Natale
  • 14:04 | Isabelle Huppert è la miglior attrice del secolo
  • 12:30 | Lonza Tonnata
  • 12:00 | Chrissy Teigen dalla parte di Meghan Markle
  • 11:56 | Alberi di natale 2020 le ultime tendenze
  • 11:19 | Napoli, contro la Roma maglia stile Argentina per onorare Diego
  • 11:15 | De Magistris annuncia fermata della metro dedicata a Maradona
  • 10:33 | YouTube e i nuovi termini di servizio: cosa cambierà per le pubblicità
  • 10:29 | L'interesse del Milan per Thauvin
  • 10:14 | Le ultime sul piano-vaccini in Italia
  • 10:00 | Chi è Guido Longo, il commissario alla sanità della Calabria
  • 10:00 | Chi è Lashana Lynch, la prima 007 donna
  • 09:55 | Lo scheletro di balena (di 3000 anni fa) scoperto in Thalandia
  • 09:53 | La vittoria del Verona a Bergamo (0-2)
  • 09:35 | Confindustria: Covid shock violento, in lockdown produzione -40%
  • 07:32 | Michael Jordan ha donato 2 milioni di dollari al Banco Alimentare Usa
  • 07:05 | Atalanta-Verona 0-2, decidono Veloso e Zaccagni
  • 06:12 | AstraZeneca: il vaccino anti Covid nel mirino degli hacker
  • 00:02 | Belinelli alla Virtus Bologna: “Mi manca l’EuroLega, voglio tornarci”
  • 23:42 | Inter, anche Marotta apre all’addio di Eriksen
Che tessuti preferire a 40 anni: consigli pratici Scelta dei tessuti - Credit: iStock
MODA 14 giugno 2020

Che tessuti preferire a 40 anni: consigli pratici

di Melissa Viri

Quali tessuti indossare a 40 anni?

Con l'arrivo dei 40 anni, le donne iniziano a cambiare il loro modo di vestire e ricercano outfit meno vistosi e originali, per sviluppare il loro stile personale.

Non tutti sanno che per ogni età vi sono dei tessuti che è preferibile indossare e altri che è meglio evitare, vediamo insieme quali sono.

Preferire i tessuti naturali

Se siete attente all'ambiente e volete indossare tessuti che siano sostenibili, è sempre preferibile privilegiare l'acquisto di abbigliamento in lana, lino, canapa e simili e di bandire quasi completamente quelli sintetici o misti. I tessuti sintetici, se non sono stati realizzati con le ultime tecnologie, emanano un cattivo odore a contatto con la pelle e inoltre possono irritarla se siete soggetti particolarmente sensibili. Per quanto riguarda i capi sportivi in tessuti sintetici è sempre consigliabile evitare quelli super elasticizzati che possono stringere troppo e sottolineare il giro vita o i fianchi.

Scegliere i tessuti made in Italy

Nel nostro Paese sono presenti regole stringenti per tingere o sbiancare i tessuti, visto che vengono impiegate sostanze chimiche che possono danneggiare la pelle, di conseguenza è meglio evitare l'acquisto di quei capi di abbigliamento che non vengono prodotti in Italia. In alcuni Paesi non vi sono regole per la tinteggiatura dei capi, quindi leggete l'etichetta per verificare la provenienza ed essere certe di indossare un capo sicuro e certificato.

Tessuti artigianali e su misura

Potrebbe sembrarvi un consiglio superfluo, ma la soluzione migliore è quella di acquistare i tessuti presso le mercerie e poi di chiedere a un sarto di confezionare l'abito. Il costo di un tessuto artigianale e il successivo confezionamento è sicuramente alto, ma sarete sicure di indossare un capo di altissima qualità e unico nel suo genere.

Imparare a riconoscere i tessuti di qualità

Se acquistare dei tessuti artigianali e rivolgervi a un sarto vi sembra esagerato e dispendioso, potete comunque acquistare degli abiti di qualità, imparando a riconoscere le caratteristiche principali di ogni tessuto. Ad esempio, per capire se si sta acquistando un vestito in cotone di ottima qualità (cotone egiziano, Pima o Sea Island) è necessario analizzare la lunghezza della fibra, la morbidezza e la resistenza. Se al tatto il cotone vi sembra troppo leggero e duro, allora non sarà cotone al 100% ma un tessuto misto, quindi meglio optare per quegli abiti dalla buona consistenza, con una trama abbastanza fitta e morbidi al tatto.

I più visti

Leggi tutto su Donna