TimGate
header.weather.state

Oggi 05 ottobre 2022 - Aggiornato alle 05:00

 /    /    /  Come riciclare gli abiti usati
Come riciclare gli abiti usati

Abiti usati: come riciclarli- Credit: iStock

MODA15 ottobre 2019

Come riciclare gli abiti usati

di Luciana Zompì

Una scelta amica anche dell’ambiente

Con il cambio di stagione inizia l’operazione decluttering, c’è chi finalmente decide di disfarsi di quel paio di jeans che conserva dal liceo, chi elimina maglie e vestiti mai messi, chi in preda al delirio di ripulire e fare ordine butta molti dei capi che accumula da anni e che non vengono mai indossati.
Di fatto c’è una cosa che tutti dovremmo fare in fatto di abiti, ossia pensare a dare loro una seconda chance con il riciclo, una scelta che è anche la migliore per l’ambiente.

Riciclare

Ci sono tantissimi modi per riciclare gli abiti vecchi, quelli fuori moda o che semplicemente non ci vanno o piacciono più. Una delle possibilità più nobili e di valore è quella di metterli da parte per associazioni e cooperative che li smistano e destinano a persone povere e disagiate. In questo caso il consiglio è quello di scartare gli abiti troppo vecchi o lisi, bucati e in condizioni pessime, meglio riciclarli in altro modo e far sì che alle associazioni giungano solo capi in buono stato.

Ci sono, tra l’altro, alcuni modi molto creativi per riciclare quello che mettete da parte, potete utilizzare ad esempio vecchie camicie come stracci per spolverare, oppure fare in un vecchio cappello in lana uno scalda tazza, rivisitandolo qua e là, quel che conta è che non si butti nulla.
Secondo alcune ricerche, infatti, il riciclo di un kg di rifiuti tessili può ridurre di quasi 4 kg le emissioni di CO2 e di seimila litri il consumo di acqua, con conseguente beneficio da parte del pianeta.

 

Lo swap

Volete un altro suggerimento per riciclare i vostri abiti e divertirvi allo stesso tempo? Chiamate tutte le vostre amiche più strette per un pomeriggio di chiacchiere davanti a una tazza di cioccolata calda e biscotti e chiedete loro di portare tuti quei capi in buone condizioni di cui vogliono disfarsi. Può essere comodo darsi un limite di pezzi, in modo da facilitare il lavoro e non creare troppo caos, magari portando circa 20 capi. Ognuna avrà una specie di piccolo guardaroba a cui potrete attingere, con uno scambio, uno swap appunto, di modelli e abitini: sarà ecologico, super divertente e proprio come avviare una sessione di shopping!