TimGate
header.weather.state

Oggi 26 maggio 2022 - Aggiornato alle 16:19

 /    /    /  Confindustria moda: l'impegno verso scuola e territorio

Manichini da sartoria- Credit: iStock

MODA22 gennaio 2022

Confindustria moda: l'impegno verso scuola e territorio

di Melissa Viri

Ponte tra industria di settore e formazione per consentire un migliore impiego futuro

Patrizio Bianchi e Marcolin, il primo ministro dell'istruzione e il secondo presidente di Confindustria Moda hanno stretto un'intesa estremamente importante per il futuro del nostro paese. Nello specifico, il desiderio è quello di permettere ai giovani di raggiungere un livello di cultura e conoscenza ancora più elevato che permetta loro di entrare preparati nel mondo del lavoro. Il tema principale è quello che lega ancora di più l'ambiente con l'istruzione perché avere riguardo per il mondo che ci circonda è fondamentale per riuscire a proporre soluzioni alternative e valide nel corso del tempo.

L'alta formazione scolastica

I percorsi formativi devono essere specializzanti, fornire cioè ai giovani o a coloro che li seguono competenze trasversali che riescano ad avvicinare la domanda delle aziende alle proposte fornite dagli istituti scolastici.

 

Questa tipologia di formazione è sicuramente quella più indicata per aprire percorsi e strade lavorative migliori all'altezza di un mondo in continua evoluzione. Questa intesa, rinnovata per l'anno in corso consente di dimostrare come non solo le imprese e le scuole ma anche lo Stato riesca a comprendere le necessità più impellenti al fine di portare a termine al meglio le necessità attuali. Questo ponte appena costruito permetterà di rafforzare le intese degli istituti professionali con il territorio su cui sorgono al fine di promuovere uno sviluppo organico dell'ambiente circostante.

L'impegno del Ministero

Il protocollo d'intesa appena siglato permette inoltre ai giovani di seguire ulteriori laboratori professionalizzanti fuori dall'orario scolastico e in collaborazione con le imprese a loro volta sovvenzionate dallo Stato. Il risultato è un più approfondito grado di istruzione e formazione che consente di migliorare la qualità della produzione e al tempo stesso cristallizzare quelle che sono le conoscenze storiche tipiche del Made in Italy.

 

Tutto questo inoltre si coniuga con una più attenta utilizzazione delle risorse messe a disposizione dalla natura, sia primarie che secondarie. Da approfondire anche l'uso di strumenti alternativi per evitare di consumare completamente quei beni che la natura ci regala.

Confindustria Moda e il suo impegno

Il settore della moda e nello specifico quello tessile è da sempre uno di quelli che pone maggiore attenzione nei confronti dell'ambiente. Non a caso sono radicalmente cambiati i procedimenti di lavorazione dei materiali, assicurando anche migliori sfruttamento delle materie prime. Si è riusciti a portare avanti una produzione eco-sostenibile seguendo quelle idee di chi nasce proprio all'interno dei laboratori e degli istituti professionali e segue una tipologia di formazione che consente di migliorare e innovare ogni genere di produzione.