Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 29 novembre 2021 - Aggiornato alle 21:00
News
  • 20:53 | "Il virus ha mostrato come dipendiamo gli uni dagli altri"
  • 20:03 | Nucleare iraniano: a Vienna ricominciano le trattative
  • 17:30 | Riforma del processo civile: ecco cosa prevede
  • 17:24 | Roma, Pellegrini infortunato rientra nel 2022
  • 17:00 | Covid, i dati del 29 novembre: tasso di positività al 2,9%
  • 14:35 | Juve, Codacons: 'Se accuse confermate retrocessione'
  • 13:55 | Inter, Inzaghi perde Darmian e Ranocchia per 15-20 giorni
  • 13:49 | Allegri: 'Ne usciremo, servono calma e pazienza'
  • 13:32 | Chi era Virgil Abloh, direttore creativo di Louis Vuitton morto a 41 anni
  • 11:54 | Aumentano i vaccini: una conseguenza di Super Pass e variante
  • 11:41 | Speranza: "Non sono allo studio ulteriori misure anti-Covid"
  • 11:29 | Basket, Petrucci a Banchero: “Ti aspetto presto in Nazionale”
  • 11:28 | Variante Omicron, perché l'Oms non vuole chiudere le frontiere
  • 11:15 | Napoli, Matteo Politano è guarito dal Covid-19
  • 11:07 | Coppa Davis, l’Italia sfida la Croazia ai quarti di finale
  • 10:35 | La trattativa per Malang Sarr all'Inter
  • 10:30 | Agli Uffizi di Firenze la mostra sull’infanzia nell’antica Roma
  • 10:20 | Chiesa out fino alla fine dell’anno
  • 10:03 | Il nuovo primo ministro della Repubblica Ceca
  • 09:42 | Come l’ospedale Sacco ha intercettato la variante Omicron
Fendi, una notte al museo I tre protagonisti della serie Di Moda
MODA 15 ottobre 2021

Fendi, una notte al museo

di Camilla Ghirardato

Capitelli, statue e reperti archeologici fanno da sfondo alla passerella del famoso brand, che è nato nel 1925 come pellicceria e non rinnega le sue origini. Ecco la nuova puntata di Di Moda commentata da tre esperti fashionisti.

Davvero fantastica l’ambientazione della sfilata A/I 2021-22 di Fendi.

La passerella si snoda tra teche di vetro che espongono capitelli, colonne e rovine romane, un omaggio alla nostra capitale in cui da sempre ha sede lo storico marchio.

 

>>> Scopri come guardare le puntate con TIMVISION

 

 

Una sfilata molto interessante per gli addetti ai lavori (ma anche per noi spettatori) perché è la prima del nuovo direttore artistico, l’inglese Kim Jones. Un cambiamento davvero epocale avvenuto per la morte nel 2019 di Karl Lagerfeld che per più di 50 anni ha guidato le vicende creative del marchio.

Lana caprina

La sfilata apre subito con un capo che potrebbe far scattare polemiche: un sontuoso trench di pelliccia. «Un tema scottante», ammette la critica di moda Daniela Fedi, «ma non dimentichiamo che Fendi nasce nel 1925 proprio come laboratorio di pellicceria, difficile che rinneghi le sue origini. Però c’è modo e modo di usare il pelo vero.

 

Fendi riusa, ricicla, adopra pellame che arriva dalla catena alimentare. Per esempio, in questa sfilata si vede molto kidassia, il lungo pelo delle capre, stirato e trattato».

 

La critica di moda Fedi ricorda poi un particolare importante: le pellicce che definiamo ecologiche sono tutto fuorché green in quanto sintetiche.

Citazioni cinefile

Anche questa sfilata attinge dal suo glorioso passato. Ce lo svela la critica di moda Fedi: «Una passerella con capi molto borghesi che cita sicuramente il penultimo film di Luchino Visconti, Gruppo di famiglia in un interno (1974), i cui costumi erano stati realizzati proprio dalle sorelle Fendi».

 

Non è quindi un caso che molti capi riecheggino il business di famiglia, come le strepitose sciarpe XL, dotate di maxi frange che ricordano certe stole con le code. Dei trench di pelo abbiamo già parlato ma ci sono anche cappotti con frange danzanti, giacche di suède, pantaloni a vita alta, scollature infinite e nuove interpretazioni delle classiche borse Fendi, come la baguette e la peekaboo.

Palette cosmetica

Il particolare che colpisce i tre esperti di Di Moda (ricordiamo che oltre alla critica di moda Daniela Fedi ci sono anche lo stylist Simone Guidarelli e la speaker radiofonica Annie Mazzola) è la palette dei colori.

Sì, perché la sfilata appare monocromatica nelle tinte del beige (a parte alcuni capi ghiaccio e neri) e della terra.

 

Un’esplosione di lusso e stile, molto borghese e affascinante. «Con un ritorno al classico come elemento di modernità» conclude Guidarelli.

 

Vivere Green
Come fare...

Leggi tutto su Donna