• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 18 gennaio 2022 - Aggiornato alle 23:00
News
  • 22:37 | Eurocup, Bourg en Bresse espugna Venezia allo scadere 78-81
  • 17:50 | Covid, i dati del 18 gennaio: tasso di positività al 15,4%
  • 17:41 | Perché l'Indonesia cambierà la capitale
  • 17:00 | A Fabriano la mostra sulla pittura del Trecento marchigiano
  • 16:50 | Conferenza annuale Esa, Aschbacher: in autunno i nuovi astronauti
  • 16:21 | Haiti a 12 anni dal terremoto
  • 14:58 | Inter, in due salutano: Sensi alla Samp e Vecino alla Lazio
  • 13:51 | L'addio di D'Aversa: 'Derby e media salvezza non sono bastati'
  • 13:34 | Chi è la nuova presidente del Parlamento europeo
  • 12:11 | Australian Open, Sinner non sbaglia e vola al secondo turno
  • 12:09 | In quali negozi NON servirà il Green Pass
  • 11:53 | Le “Creature Fantastiche” popolano gli Uffizi di Firenze
  • 11:49 | La cerimonia in ricordo di Sassoli, a Strasburgo
  • 11:15 | Scuola e Covid, i presidi lamentano "enormi difficoltà gestionali"
  • 10:40 | Il nuovo record di dosi settimanali
  • 10:31 | La Juve vuole subito un nuovo centrocampista
  • 10:22 | Il terremoto in Afghanistan
  • 09:58 | La gran vittoria della Fiorentina sul Genoa (6-0)
  • 08:53 | La Cina annulla la vendita dei biglietti per l’Olimpiade invernale
  • 08:37 | Il Napoli vince a Bologna e sale in classifica
VIDEO Moda e riciclo: perché acquistare capi di seconda mano
Donna con pantaloni in mano - Credit: iStock
MODA

Moda e riciclo: perché acquistare capi di seconda mano

di Melissa Viri

I vantaggi di acquistare abiti di seconda mano, ambiente e risparmio in primis

L'acquisto di capi d'abbigliamento di seconda mano è una tendenza che si sta diffondendo in modo capillare.

La vendita dei vestiti usati viene effettuata ai banchi del mercato settimanale e durante le fiere di paese. La rete non si è fatta cogliere impreparata da questa esigenza emergente e sono state sviluppate numerose applicazioni web che permettono agli utenti di comprare maglie, pantaloni, gonne e giacche a prezzi concorrenziali, sfruttando l'opportunità di reperire ciò che le altre persone non indossano più. Ecco i principali motivi per cui dovresti prendere in considerazione di comprare vestiti di seconda mano.

Il fast fashion non è più sostenibile

Nel settore della moda ha preso piede un modello di sviluppo che lascia molte perplessità, ovvero il cosiddetto fast fashion. Le mode sono troppo veloci e solitamente durano appena il tempo di una stagione, con la diretta conseguenza che nel giro di pochi mesi i vestiti vengono messi da parte come un oggetto passato.

 

Il fast fashion non è più sostenibile, anche perché le grandi firme riescono a ovviare a questa situazione producendo a basso costo, con le relative problematiche dal punto di vista etico e per quanto concerne i diritti dei lavoratori. Alimentare questa spirale è sbagliato e la soluzione potrebbe essere proprio quella di acquistare quei capi d'abbigliamento che sono finiti troppo presto nel dimenticatoio ma che possono esprimere ancora eleganza e raffinatezza pari al nuovo.

Il fattore del risparmio

Il motivo principale per cui dovresti pensare di ricorrere al mercato degli abiti di seconda mano è l'economicità. Facendo una ricerca accurata sui banchi che si occupano di usato, sui siti internet specializzati nel riciclo e nel riuso, potresti fare affari irripetibili. Un altro valido suggerimento potrebbe essere quello di scegliere le collezioni che sono state appena sostituite dalle novità, trovando prodotti di gran classe a costi ribassati.

Una questione ambientale

Acquistare capi di seconda mano è una scelta che va nell'ottica della salvaguardia dell'ambiente. Limitare la produzione di abbigliamento significa ridurre i gas serra che sono alla base del fenomeno negativo del cambiamento climatico, con una circolazione minore di mezzi pesanti per il trasporto delle merci e un quantitativo inferiore di rifiuti. Il consumismo va letteralmente rovesciato, assumendo la consapevolezza del valore reale e concreto degli oggetti che acquistiamo. Un abito non è usa e getta: ciò che non serve più a te, può essere di grande utilità a qualcun altro e viceversa.

Leggi tutto su Donna