TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 14:17

 /    /    /  3 cose da sapere sulla ceretta brasiliana
3 cose da sapere sulla ceretta brasiliana

Fare la ceretta- Credit: iStock

SALUTE03 giugno 2021

3 cose da sapere sulla ceretta brasiliana

di Barbara Vaglio

Impazza tra le donne ed è perfetta per prepararsi all’estate.

Un metodo di depilazione introdotto per la prima volta in un beauty salon di Manhattan da due sorelle brasiliane, era il 1987 e da allora la ceretta brasiliana ha spopolato tra le donne. Scopriamo il perché di tanto successo.

Depilazione omogenea e totale

Per una zona bikini libera e senza peli per lunghi periodi, la ceretta brasiliana è la tecnica di depilazione ideale: permette di rimuovere in modo totale i peli della zona dell’inguine.

 

Il metodo tradizionale si avvale di ingredienti naturali come zucchero, acqua, succo di limone che, mescolati insieme, creano una pasta simile a una resina.

 

Qual è il vantaggio di questo composto? Una depilazione omogenea con estirpazione anche dei peli più piccoli.

Evita gli arrossamenti

La pasta di zucchero, modellata e ammorbidita con il calore delle mani, consente un’applicazione omogenea nella zona da depilare senza che si compia un vero e proprio strappo: il composto depilatorio viene tirato mantenendo la cute sottostante ben distesa. Ciò consente che il pelo aderisca bene e che la sensazione dolorosa e gli arrossamenti vengano ridotti al minimo.

 

Spesso, proprio al fine di evitare rossori e irritazioni, la cera a base di miele viene arricchita da biossido di titanio o ossido di zinco.

Pelle liscia e senza peli incarniti

La ceretta brasiliana rende la pelle liscia più a lungo e riduce la probabilità di peli incarniti o di follicolite. Ovviamente questa condizione si verifica se la ceretta è eseguita correttamente e in un centro estetico altamente professionale e preparato.

 

La ricrescita, inoltre, sarà più lenta e i peli strappati appariranno più deboli di prima, facilitando le rimozioni successive.