Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 14 maggio 2021 - Aggiornato alle 13:41
Live
  • 14:33 | Chi è Riccardo Foresi, l’intervista all’artista marchigiano
  • 14:16 | Che fine ha fatto Bill Goodson, coreografo ad Amici
  • 13:59 | I migliori condizionatori a basso consumo: quali scegliere
  • 13:54 | Come evitare di sprecare il cibo
  • 13:47 | 5 posti dove fare il brunch all'aperto a Milano
  • 13:41 | Film che fanno piangere adolescenziali
  • 13:31 | 10 idee per fare amicizia con i vicini di casa
  • 13:19 | La Juventus si gioca tutto contro l’Inter
  • 12:54 | Ok a 4.300 tifosi per la finale di Coppa Italia
  • 12:44 | Le nuove uscite della settimana su TIMMUSIC
  • 12:26 | “Urban Inspirations”, lo show tv di Frankie hi-nrg mc
  • 12:10 | Per la Giornata delle Api su TIMGAMES i clienti TIM giocano gratis a Bee Simulator
  • 11:15 | Brownie al caramello salato, nessuno potrà resistere
  • 11:04 | La mamma di Cristiano Ronaldo e il sogno Sporting
  • 11:00 | Le migliori poltrone relax da giardino
  • 10:38 | Mourinho pronto ad accogliere Buffon alla Roma
  • 10:33 | I colori delle regioni dal 17 maggio
  • 10:00 | Il museo dedicato a Bob Dylan aprirà nel 2022
  • 09:23 | Negli Usa via le mascherine per i vaccinati
  • 09:20 | Israele-Gaza, ora si temono incursioni via terra
Acidi per la pelle: come sceglierli e utilizzarli Acido ialuronico - Credit: iStock
SALUTE 17 aprile 2021

Acidi per la pelle: come sceglierli e utilizzarli

di Barbara Vaglio

Quali scegliere?
 

Un acido per la cura della pelle, ecco l’acido giusto in base all’obiettivo.

Skincare routine & acidi, un’accoppiata vincente. 

 

Benefici e breve classificazione degli acidi

Gli acidi per la pelle sono efficaci per combattere macchie, discromie, prime rughe, cicatrici, segni dell’acne e del tempo; rigenerano la pelle e donano al viso un tono più luminoso e un incarnato più uniforme.
Per ottimizzare il risultato, bisogna saperli applicare e combinare.

Un uso scorretto potrebbe irritare e peggiorare la situazione.

Prima di addentrarci in questo mondo, è utile fare una prima grande classificazione: gli acidi alfa-idrossiacidi (AHA) e gli acidi beta-idrossiacidi (BHA). L’acido glicolico, l’acido mandelico e l’acido lattico rientrano nella prima categoria, derivano solitamente dalla frutta e agiscono principalmente sullo strato più superficiale della pelle; l’acido salicilico, che agisce più in profondità ed è solubile in olio, rientra nella seconda categoria.

 

Acido glicolico

Il primo risultato visibile consiste nell’ottenere una pelle levigata. L’acido glicolico è tratto dalla canna da zucchero, interviene sul rinnovamento cellulare in quanto elimina le cellule morte e dona alla pelle un tono luminoso, sano e uniforme riducendo, per esempio, l’apparenza dei pori dilatati e dei punti neri.

 

Acido mandelico

Più delicato, l’acido mandelico è indicato per le pelli sensibili o inclini alle facili irritazioni.
I benefici correlati all’uso di questo acido riguardano le macchie della pelle, la cui apparenza risulterà sempre meno evidente ma anche il tono e la compattezza della pelle miglioreranno visibilmente. Non a caso, questo acido viene consigliato per attenuare le rughe e per trattare acne o particolari segni e cicatrici visibili sulla pelle.
L’acido mandelico deriva dalle mandorle amare e, rispetto all’acido glicolico, non è fotosensibilizzante: l’esposizione solare non rischia di macchiare la pelle.

 

Acido lattico

Anche questo acido è particolarmente indicato per le pelli sensibili e reattive.
Ha un’azione esfoliante e schiarente ma funziona anche come disinfettante: protegge la pelle dall’aggressione di funghi e batteri.

 

Acido salicilico

Pelli grasse e impure? L’acido giusto è quello salicilico. Regola la produzione di sebo, è efficace nel pulire la pelle in quanto elimina efficacemente i punti neri e i pori ostruiti.

 

Acido ialuronico

Idrata, rimpolpa e leviga.
Il siero è un perfetto elasticizzante, svolge un’azione idroregolatrice poiché aiuta a mantenere un buon grado di idratazione per tutte le tipologie di pelle, da quella secca a quella grassa.

 

Acido retinoico e retinolo

Potente anti-age, il retinolo non va confuso con l’acido retinoico. Entrambi derivano dalla vitamina A ma il primo è un ingrediente di molti cosmetici d’uso quotidiano, il secondo è un vero e proprio acido.
Oltre a questa distinzione di base, però, l’azione anti-rughe è comune a entrambi: riempiono, rimpolpano e stimolano l’elasticità della pelle. 

I più visti

Leggi tutto su Donna