Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 11:37
Live
  • 12:25 | Quali sono gli uccelli più rari?
  • 12:15 | La Cappella degli Scrovegni su Haltadefinizione
  • 12:14 | Setter irlandese: info e carattere di questa razza
  • 12:10 | Tutto su "Anna", la serie tv di Niccolò Ammaniti
  • 12:04 | 5 curiosità su Napoleone Bonaparte
  • 11:34 | Catherine Zeta-Jones e Michael Douglas festeggiano la figlia
  • 11:29 | Usa, condannato l'agente che uccise George Floyd
  • 11:18 | Il Borussia Dortmund vuole André Silva
  • 11:15 | Barbabietola al forno per un contorno light
  • 11:05 | L’ok dell’Ema al vaccino Johnson&Johnson
  • 10:49 | La vittoria della Fiorentina a Verona
  • 10:31 | Da maggio studenti in classe al 60 per cento
  • 10:03 | Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare con Clubhouse
  • 09:51 | Buon compleanno alla regina Elisabetta II
  • 09:08 | Gravina nel comitato esecutivo della Uefa
  • 08:59 | Arriva il primo Dlc di Wasteland 3
  • 08:37 | La Super League è già naufragata dopo due giorni
  • 08:26 | Parler nuovamente disponibile sull'App Store di Apple
  • 07:07 | Da Amazon nuovi investimenti per l'energia rinnovabile
  • 06:35 | I giorni decisivi del Recovery Plan (Pnrr)
Cosa mangiare e cibi da evitare quando si è intollerante ai lieviti Lieviti - Credit: iStock
SALUTE 4 marzo 2021

Cosa mangiare e cibi da evitare quando si è intollerante ai lieviti

di Barbara Vaglio

Come comportarsi se si ha il sospetto di essere intolleranti al lievito. Scopriamo di più su un’intolleranza intorno alla quale ruotano molti dubbi

L’intolleranza al lievito è stato oggetto di controversia nel mondo medico, non ci sono studi che diano certezza su questo tipo di intolleranza.

Il sospetto più importante riguarda proprio i sintomi di un ipotetico intollerante e il fatto che il malessere derivato sia imputabile più alla fermentazione che al lievito.

 

Il lievito più usato è il saccaromicete, i suoi impieghi sono legati alla produzione di vino, pane e birra.

Intolleranza e sintomi sospetti

Per fare chiarezza sui sintomi, possiamo elencarne alcuni: spossatezza; nausea e vomito; dolore addominale e gonfiore; diarrea oppure stitichezza; dolore articolare e muscolare; starnuti e gocciolamento del naso; tosse; dispnea; mal di testa; difficoltà a concentrarsi; sensazione di stordimento.

 

Da un quadro generale possiamo, quindi, affermare che prima di supporre che vi sia un’intolleranza al lievito è opportuno consultare uno specialista che formuli una diagnosi esatta.

Disbiosi intestinale

Un disturbo che può essere più facilmente ricollegato a questo tipo di intolleranza è la disbiosi intestinale, ossia un’alterazione della flora batterica intestinale.

 

Il cattivo assorbimento dei nutrienti introdotti col cibo può essere una conseguenza correlata alla disbiosi intestinale dalla quale possono dipendere, poi, squilibri metabolici, debolezza e perdita di peso corporeo.

 

In questo caso, sarà necessario disinfiammare la mucosa intestinale e potenziare le difese immunitarie introducendo fermenti lattici e assumendo, per esempio, un estratto di radici di Echinacea utile per rinforzare l’organismo e renderlo meno sensibile alle intolleranze.

 

Più in generale possiamo dire che i sintomi dell’intolleranza sono momentanei e direttamente collegati all’assunzione di prodotti che contengono lievito, per questo una delle terapie più efficaci sarà proprio quella di evitare il più possibile i prodotti contenenti lieviti.

Cibi sì, cibi no

Si consiglia di consumare cereali integrali, verdure e proteine fresche, frutta; tra i cibi indicati vi è anche il pane di segale, senza lievito, e prodotti da forno che non richiedono la lievitazione come quelli preparati con patate, mais o farina di soia.

 

Nella dieta alimentare possono essere integrate anche le uova, i ceci e le lenticchie, la carne di pollo e il pesce fresco; via libera anche al riso integrale e al consumo di tisane.

Cosa evitare, invece?

I prodotti come pane, biscotti, torte lievitate, salatini, aceto e salse come senape e maionese; è bene evitare i formaggi, i funghi, il tartufo, i pomodori in scatola e le conserve, le carni affumicate e le verdure in salamoia, la frutta secca; no anche al vino, ai superalcolici, alla birra e alle bibite gassate.

I più visti

Leggi tutto su Donna