TimGate
header.weather.state

Oggi 17 maggio 2022 - Aggiornato alle 14:43

 /    /    /  I benefici del saluto al sole nella pratica yoga
I benefici del saluto al sole nella pratica yoga

SALUTE17 settembre 2019

I benefici del saluto al sole nella pratica yoga

Un riscaldamento con una sequenza dinamica di 12 posizioni.

Un rituale che tutti dovremmo imparare a eseguire al mattino, appena svegli, è quello del Surya Namaskar, che tradotto sarebbe letteralmente “saluto al sole”, una pratica molto famosa tra i maestri yogi e nota anche per i suoi effetti energizzanti e armonizzanti.

Una sorta di riscaldamento che si effettua eseguendo una sequenza dinamica di 12 posizioni (il numero 12 non è a caso, ma riprende le ore di sole), o asana da realizzare con una respirazione appropriata.
Si inspira aprendo il corpo e si espira a ogni chiusura, avendo cura di respirare sempre con il naso, mascelle rilassate e bocca chiusa.

Il saluto al sole è una pratica che apporta a chi la esegue numerosi benefici, dona vitalità e freschezza all’organismo, tanto da non essere assolutamente consigliata nelle ore serali, visto che potrebbe portare facilmente ad accusare eccitazione e insonnia.

Perfetta, al contrario, al mattino, questa sequenza di posizioni coinvolge quasi tutti i muscoli del corpo, e diviene un saluto al sole che diviene un ottimo auspicio per se stessi, un rituale che permette di affrontare al meglio il nuovo giorno, in totale armonia con l’universo.

Tra gli altri effetti benefici c’è anche quello di migliorare la postura, tanto da essere consigliato anche per uomini e bambini, senza alcuna indicazioni riguardo all’età o al sesso.