TimGate
header.weather.state

Oggi 04 agosto 2022 - Aggiornato alle 14:18

 /    /    /  La dieta dei 7 ormoni: pro, contro, schema
La dieta dei 7 ormoni: pro, contro, schema

La dieta dei 7 ormoni: pro, contro, schema- Credit: iStock

SALUTE04 febbraio 2020

La dieta dei 7 ormoni: pro, contro, schema

di Barbara Vaglio

La dieta dei 7 ormoni promette di perdere fino a 7 kg in 21 giorni...

 

 

Dopo la fine delle vacanze e in previsione dell'arrivo della bella stagione, sempre più persone si rivolgono a diete disintossicanti per recuperare la forma perduta durante le festività natalizie, tra cenoni, panettoni e pandori.

Di seguito una guida completa sulla dieta dei 7 ormoni: tutte le informazioni più importanti da conoscere su cos'è, come funziona, pro e contro, oltre a uno schema settimanale da seguire.

 

Cos'è la dieta dei 7 ormoni

La dieta dei 7 ormoni è un regime alimentare detox, il cui obiettivo è di bruciare in maniera più efficace rispetto ad altre diete i grassi.

Alla base della dieta dei 7 ormoni ci sono gli studi compiuti dalla ginecologa Sara Gottfried. Nata negli Stati Uniti, la ginecologa ha pubblicato il libro intitolato con lo stesso nome assegnato al particolare regime dietetico, come appare in alto nel titolo dell'approfondimento.

Come funziona

La ginecologa americana Sara Gottfried ha chiamato il nuovo regime alimentare con l'appellativo di dieta dei 7 ormoni perché ritiene come specifici ormoni siano responsabili del grasso presente in eccesso nelle persone. Gli ormoni evidenziati dalla Gottfried sono i seguenti: testosterone, ormone della crescita, cortisolo, insulina, ormone tiroideo, leptina ed estrogeni.

Secondo quanto riferisce la Gottfried nel suo libro, ciascun ormone è correlato a un determinato cibo. Eliminando questi ormoni per 21 giorni, la ginecoloca asserisce come sia possibile rilanciare il metabolismo.

I pro e i contro

Al termine della dieta dei 21 giorni, è prevista la reintroduzione uno per volta degli alimenti in precedenza eliminati. In questo modo è possibile capire quali sono quelli che causano un rallentamento al metabolismo.

Uno dei vantaggi concreti della dieta è proprio riuscire ad ottenere i primi risultati in un breve periodo.

Così come è strutturata, la dieta dei 7 ormoni presenta però anche dei contro: al termine dei 21 giorni, con la rintroduzione graduale degli alimenti eliminati nei giorni precedenti, il rischio concreto è quello di tornare punto e a capo.

Schema settimanale da seguire

Nel libro "La dieta dei 7 ormoni" edito dalla casa editrice Sperling & Kupfer viene suggerito lo schema settimanale da seguire per chiunque voglia provare il regime alimentare descritto da Sara Gottfried:

  • dal 1° al 3° giorno: eliminare alcol e carne, sostituendoli con legumi, frutta secca, verdura, salmone e uova
  • dal 4° al 6° giorno: togliere dalle tavole miele e zucchero bianco; sì a spinaci, olive, quinoa, cavolo e frutti di bosco
  • dal 7° al 9° giorno: al posto di pomodori, patate e melanzane consumare crauti, carote, broccoli e piselli
  • dal 10° al 12° giorno: no a bevande energetiche e gasate, sì ad acqua calda con limone e pepe
  • dal 13° al 15° giorno: eliminare pane e frumento, introdurre lattuga e pollame
  • dal 16° al 18° giorno: non consumare yogurt, formaggio e latte, sì a pesce, carne e uova
  • dal 19° al 21° giorno: consumare cavolini di Bruxelles e curcuma

 

Trattandosi comunque di un regime alimentare in un certo senso, "estremo", è sempre meglio fare riferimento a un professionista medico (dietologo o nutrizionista) che vi consigli anche in base al vostro stato di salute.

 

Leggi anche: