TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 11:34

 /    /    /  Oil pullig, che cos'è e a cosa serve
Oil pullig, che cos'è e a cosa serve

Olio di aloe vera- Credit: iStock

SALUTE10 febbraio 2020

Oil pullig, che cos'è e a cosa serve

di Barbara Vaglio

Igiene orale con olio di girasole o altri tipi di olio vegetale, tutti i benefici
;

È un metodo di guarigione naturale della bocca che implica l’uso dell’olio al posto del collutorio, si chiama oil pulling. Ma come si pratica? Basta fare i risciacqui ogni mattina con un cucchiaio di olio.

Oil pulling, cos’è?

Si tratta di una tecnica dei risciacqui del cavo orale con olio non ancora del tutto verificata ma molto praticata in Ucraina, Bielorussia e Germania. L’oil pulling è un metodo di cura popolare utile su più piani: disfunzioni dello stomaco, dei polmoni e del fegato, patologie del sistema nervoso, disturbi dell’apparato otorinolaringoiatrico e muscolo scheletrico, disturbi del sonno, infezioni e patologie dentali e gengivali.

 

Secondo i promotori dell’oil pulling, i benefici non sarebbero legati solo al fisico ma anche allo spirito e alla mente. Anche l’ayurvedia indiana impiega l’olio, e in particolare quello di girasole, per pulire internamente ed esternamente il corpo.

Benefici

Sul lato della pulizia e dell’igiene della bocca e del cavo orale, l’oil pulling avrebbe evidenti effetti positivi sui denti e sulle gengive ma anche nella cura e prevenzione di bronchiti, tosse, mal di gola, raucedine e raffreddore, attraverso l'eliminazione dei batteri che le causano; l’oil pulling aiuterebbe anche a disostruire dal muco i seni mascellari e paranasali prevenendo alitosi, patologie dentali e gengivali, tartaro e carie.


Oltre all’olio di girasole di buona qualità e spremuto a freddo, si possono usare altri tipi di olio: l’olio di sesamo, l’olio d’oliva o olio di cocco o il gel di aloe vera.

Come si pratica questo tipo di igiene orale

Questa tecnica di cura del cavo orale e della bocca si può praticare in modo facile anche in casa, ecco i passaggi:

  • da farsi a stomaco vuoto, preferibilmente la mattina e prima di lavare i denti; non è escluso che l’oil pulling possa essere fatto prima di pranzo o cena o appena prima di andare a letto;

  • mettere in bocca un cucchiaio di olio vegetale spremuto a freddo;

  • muovere lentamente nella bocca e, quindi, masticare e far scorrere tra i denti;

  • il risciacquo parte in modo molto denso, proprio per la viscosità dell’olio, poi diventerà via via sempre più liquido e fluido, poiché l’olio si mescola con la saliva. Il risciacquo dovrà durare 10-15 minuti, alla fine l’olio dovrà essere sputato e mai ingoiato, infine risciacquare.

Dopo aver praticato l’oil pulling non si possono assumere liquidi diversi dall’acqua e solo venti minuti prima e dopo il risciacquo.