TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 12:30

 /    /    /  Perdita di capelli post parto, come intervenire?
Perdita di capelli post parto, come intervenire?

Perdita dei capelli- Credit: iStock

SALUTE26 giugno 2021

Perdita di capelli post parto, come intervenire?

di Barbara Vaglio

Non temete, la caduta dei capelli post partum è normale. Ecco come fronteggiarla.

Dopo il parto e per tutta la fase di allattamento, molte donne lamentano la caduta dei capelli. In questo articolo suggeriamo alcuni rimedi per contrastare il problema e restituire corpo e vigore alle vostre chiome.



Il problema

La caduta dei capelli nel post partum e nella fase di allattamento è un fenomeno comune che non deve destare preoccupazione, si tratta di un problema che si risolverà spontaneamente e nel giro di pochi mesi (3-4 mesi).
Le ragioni per cui cadono i capelli possono essere rintracciate nelle variazioni ormonali (calo vertiginoso degli estrogeni, azione del testosterone e aumento della prolattina), nello stress, nella stanchezza e in eventuali carenze dal punto di vista nutrizionale.
Con l’impiego di prodotti giusti per la cura dei capelli, partendo dalla scelta di buoni shampoo, e con l’adozione di accorgimenti sull’alimentazione e lo stile di vita, il problema potrà essere ridotto o arginato. Non si esclude l’assunzione di integratori multivitaminici o trattamenti compatibili con l’allattamento.

 


Vitamine e sali minerali

Incrementare il consumo di frutta e verdura di stagione ma anche di uova, carne, legumi, latte e pesce è un ottimo inizio per contrastare la perdita di capelli dopo il parto.

 


Acconciature no stress

Non stressate oltre le vostre capigliature, cercate di evitare le acconciature troppo “tirate”, di limitare l’utilizzo di piastra e di phon troppo caldi.

 

 

Bardana e ortica

Sono due piante che si riveleranno di grande aiuto, entrambe dermopurificanti, detergono il cuoio capelluto grasso tipico del post gravidanza e stimolano la microcircolazione favorendo così la crescita di nuovi capelli.
Scegliete, dunque, shampoo naturali che contengano bardana e ortica oppure provate a frizionare il cuoio capelluto con gli oli essenziali ottenuti da queste piante.

 



Olio di borragine

Un altro rimedio naturale molto valido è l’impacco con olio di borragine, un potente ristrutturante a base di vitamina E e acido linoleico.

 


Shampoo privi di tensioattivi

Quando i capelli sono deboli e fragili, è opportuno seguire una haircare routine adeguata, per esempio, la scelta dello shampoo è più che mai importante. Sarebbe preferibile adoperare uno shampoo privo di tensioattivi, a base di oli o di latti per una detersione delicata ma al tempo stesso efficace. Ci sono oli-shampoo per cuti sensibili e dalla funzione rinforzante, lozioni delicate e riequilibranti, indicate soprattutto per i lavaggi frequenti.

 



Fiale anticaduta

Per il post gravidanza le fiale anticaduta sono un’altra strada possibile: a base di estratti di ginkgo bilboa, possono essere usate dopo la gravidanza, arginano la caduta dei capelli e li rinforzano; alcune fiale, ad esempio, agiscono sul processo di autoriparazione cellulare dei follicoli e rendono i capelli più resistenti.