TimGate
header.weather.state

Oggi 26 maggio 2022 - Aggiornato alle 12:03

 /    /    /  iStock
Porro, proprietà e differenza con la cipolla

- Credit: Porro

SALUTE15 maggio 2020

Porro, proprietà e differenza con la cipolla

di Barbara Vaglio

Buoni in cucina e per la salute

I porri appartengono alla famiglia dell’aglio e delle cipolle, con il loro sapore arricchiscono il gusto di piatti e ricette. Oltre all’invitante contributo culinario, i porri sono anche antiossidanti, diuretici, lassativi, anti colesterolo e vitaminizzanti.
Cosa hanno in più rispetto alla cipolla? Lo scoprirete leggendo l’articolo.

Antiossidante naturale e non solo

La forma allungata e cilindrica insieme alle foglie di colore verde scuro all’esterno e via via più sfumato nel cuore del porro, lo rendono riconoscibile, oseremmo dire inconfondibile. Ma, oltre all’aspetto, le proprietà di questo ortaggio non possono essere trascurate: è un antiossidante naturale e ha notevoli benefici sulla salute, soprattutto se consumato a crudo. La presenza di flavonoidi, minerali e vitamine lo rendono un perfetto lassativo, antibatterico, idratante naturale e, più in generale, un importante alleato del sistema cardiovascolare e circolatorio, dato il suo contributo nella distruzione del colesterolo cattivo che ostruisce vene e arterie.
Il porro ha numerosi punti in comune con la cipolla ma, a dispetto di questa, contiene una maggiore quantità di calcio, ferro, fibre, proteine e vitamine (in gran parte vitamina C ma anche vitamine A, K, E).

Usi e ricette

In cucina, di solito, viene impiegata la parte bianca del porro, ossia il cuore della pianta. La parte verde, corrispondente alle foglie più esterne, è quella che contiene più vitamine e può essere impiegata nella preparazione di minestre, vellutate e risotti.

Ecco una buona ricetta da proporre a cena o da fare in modo facile e veloce:

  • tagliare i porri a rondelle scartando la parte verde più esterna; unire nella pentola mezzo litro di acqua, tre patate a cubetti e un pizzico di sale, lasciare cuocere per 25 minuti.
  • Spegnere il fuoco e frullare, aggiungere un cucchiaio di parmigiano e, se vi piace, della panna o panna vegetale di soia.
  • La vellutata è ancora più gustosa se è accompagnata con i crostini di pane.

Calorie e apporto alla salute

Soffermiamo l’attenzione anche sull’apporto calorico: 100 grammi di porri apportano 61 kilocalorie. Ma cosa riceve il nostro corpo consumando 100 grammi di questo gustoso ortaggio? Nel dettaglio, il nostro organismo riceve e incamera: acqua; fibre; zuccheri; proteine; glucidi; potassio; sodio; calcio; magnesio; fosforo; lipidi; vitamina A; vitamina C; vitamina K; vitamina E.

 

Oltre all’apporto calorico, di vitamine e componenti indispensabile per la salute, i porri danno un importante contributo alla salute: sono al fianco delle cellule nel processo di rinnovamento delle stesse; sostengono il sistema immunitario nella lotta contro funghi e batteri; preservano il fegato grazie alle proprietà depurative; arrecano benefici alla circolazione sanguigna, vene e arterie.