TimGate
header.weather.state

Oggi 04 luglio 2022 - Aggiornato alle 01:32

 /    /    /  Tisane per contrastare la stitichezza
Tisane per contrastare la stitichezza

Tisana- Credit: iStock

SALUTE 19 giugno 2021

Tisane per contrastare la stitichezza

di Barbara Vaglio

Scopriamo di più!

Gonfiore addominale? Cinque tisane capaci di agire sull’intestino.

Combattere la stitichezza a suon di tisane, ecco quali erbe naturali scegliere per sciogliere gli intasamenti e permettere di liberare l’intestino.

 



5 tisane depurative e stimolanti

La stitichezza e il gonfiore addominale possono svilire, ogni tentativo può sembrare vano ma non perdetevi d’animo, mettetevi seduti e sorseggiate una tisana. Di seguito cinque infusi “miracolosi” a base di erbe specifiche capaci di agevolare il transito intestinale, sgonfiare e depurare l’organismo.

 



Malva, melissa e coriandolo

Le mucillagini della malva svolgono un’azione disinfiammante e stimolano l’intestino, la melissa agisce come antispasmodico e il coriandolo combatte il gonfiore tipico dei disturbi intestinali.

L’insieme di queste tre erbe naturali smuove e rilassa. Si tratta di un infuso estremamente efficace il cui preparato (un cucchiaio di malva, uno di melissa e uno di coriandolo) dovrà essere lasciato in infusione per 7-8 minuti. Il consiglio è quello di assumere questa tisana con regolarità e fino a tre tazze al giorno, avrà un’azione depurativa sull’organismo.

 



Semi di lino, liquirizia e finocchio

Anche i semi di lino, come la malva, rilasciano delle mucillagini capaci di sollecitare l’intestino e creare le condizioni favorevoli per l’evacuazione. Questi, unitamente ai semi di finocchio, sgonfiano l’addome e la pancia, mentre la radice di liquirizia migliora la digestione e agevola la regolarità intestinale.

Versate un cucchiaio del composto (semi di lino, finocchio e radice di liquirizia) e lasciate in infusione fino a che l’acqua non si sarà raffreddata, questo tempo sarà necessario ai semi di lino per rilasciare le mucillagini, utilissime nel favorire il transito intestinale. Dopo che sarà trascorso il tempo necessario, filtrate e assumete fino a due tazze al giorno.

 


Semi di psillio, tarassaco e carciofo

Assimilabili ai semi di lino, i semi di psillio contengono mucillagini che agiscono sul transito intestinale, riducono il fastidio e il gonfiore tipici della stitichezza. Tarassaco e carciofo, poi, hanno un’azione depurativa che fa bene al fegato, all’intestino e allo stomaco. Per contrastare il gusto amaro della tisana, provate ad aggiungere la menta.

Gli ingredienti vanno mischiati tra di loro, basterà un cucchiaio di questo composto da lasciare in infusione e, poi, filtrare per ottenere una bevanda curativa contro la stitichezza.

 



Senna, anice e malva

Della malva e della sua funzione benefica per il recupero della regolarità intestinale abbiamo già parlato, a questo ingrediente si accostano anche le foglie di senna, che sono un potente lassativo, e i semi di anice, che hanno un’azione sgonfiante e utile per la digestione.

L’infusione delle tre erbe in acqua calda sarà di sette minuti, seguono il filtraggio e l’assunzione della tisana alla sera, prima di dormire.

 



Rabarbaro, finocchio e menta

Per regolarizzare l’intestino e favorire la digestione potete fare affidamento sulla radice di rabarbaro. Per ottenere questa tisana e arricchirla di componenti che fanno bene a livello intestinale servono anche il finocchio che sgonfia addome e pancia e la menta che agisce come tonico delle mucose.