TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  Tutte le proprietà del miele
Tutte le proprietà del miele

SALUTE30 giugno 2019

Tutte le proprietà del miele

Il miele è il prezioso alimento offerto dalle api, è ricco di proprietà e di storia.

Il miele ha una tradizione e una storia invidiabili: già diversi millenni fa era il principale dolcificante utilizzato dall’uomo.

Oltre 4000 anni fa, nell’Antico Egitto, si registrava la presenza di un allevamento di api lungo il Nilo e la conoscenza di tecniche consolidate; il miele veniva, inoltre, deposto nelle tombe al fine di accompagnare le anime nel loro viaggio verso l’aldilà.

Il prodotto delle api domestiche (apis mellifera) ha attraversato la storia ed è giunto sino a noi conservando un alto indice di gradimento, non solo il miele ha proprietà salutari riconosciute che ne amplificano l’importante ruolo.

Non tutti i mieli sono uguali. Ve ne sono varie tipologie, ognuno con caratteristiche e proprietà specifiche. Una prima classificazione può dipendere dall’origine del miele: le api possono produrlo attraverso il nettare o grazie alla melata.

Se il miele è ottenuto dal nettare, la classificazione dipenderà dalle piante da cui viene estratto: “millefiori” quando non esiste un’origine prevalente del nettare; miele d’acacia, di agrumi o di bergamotto se le api succhiano il nettare in prevalenza da queste piante.

Tutto ciò influenza il sapore, il colore e le proprietà stesse del miele: il miele di acacia è limpido e delicato ed è tra i più pregiati in cucina; il miele di tiglio ha un sapore più intenso e viscoso; quello di castagno è denso e scuro.

Oltre alle differenze organolettiche, il miele e tutte le sue tipologie possiedono varie proprietà: il miele di tiglio combatte l’insonnia e l’eccitabilità; il miele agli agrumi è ottimo come sedativo contro il dolore e gli spasmi; il miele di castagno è ricco di sali minerali ed è un ottimo ricostituente; il miele di eucalipto è indicato per aiutare le vie respiratorie; il miele di rosmarino sostiene il fegato.

Eccetto specifiche indicazioni mediche, il miele può essere consumato da coloro che soffrono di diabete e altre malattie connesse all’assunzione di zuccheri; come sue altre applicazioni ricordiamo anche la resistenza e la trofia muscolare; la regolazione dell’apparato digerente; il contenimento dell’anemia nel sangue; il calcio e il magnesio nelle ossa.