Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 aprile 2021 - Aggiornato alle 17:00
Live
  • 17:45 | Dave Grohl sarà protagonista di una serie tv (con sua mamma)
  • 16:30 | "Sindrome di Stendhal" di Emanuele Aloia è su TIMMUSIC
  • 16:30 | Travis Barker e la dedica a Kourtney Kardashian
  • 16:11 | “Hermitage” è il nuovo album dei Moonspell, l’intervista
  • 16:10 | Spazio, l'elicottero Ingenuity della Nasa ha volato su Marte
  • 15:35 | Cos'è "Bauli in piazza" e chi sono gli artisti che hanno aderito
  • 15:35 | I giorni decisivi del Recovery Plan (Pnrr)
  • 15:20 | Quali tipi di plastica si possono riciclare?
  • 15:17 | I coreografi dei vip: chi sono i più famosi
  • 15:12 | 10 segnali per capire se le piaci
  • 15:05 | Lo smart working fa bene all'ambiente, dati e vantaggi
  • 15:03 | Perché si chiamano “soap opere”?
  • 14:55 | Kate Middleton è la vera erede del principe Filippo
  • 14:53 | Fabrizio De André, quali sono le canzoni più amate
  • 14:40 | Kanye West vorrebbe frequentare un’artista
  • 13:31 | L'apprensione internazionale per Navalny
  • 13:30 | Un terremoto scuote il calcio: ecco che cos'è la Super League
  • 13:05 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 13:00 | Paul McCartney, 12 artisti reinterpretano il suo ultimo album
  • 12:31 | L'iceberg più grande del mondo si è sciolto
Vitamina K1, in quali alimenti si trova Vitamina K1 - Credit: iStock
SALUTE 7 aprile 2021

Vitamina K1, in quali alimenti si trova

di Barbara Vaglio

Conoscerla per sapere quali cibi la contengono e perché è importante nei neonati e negli adulti

La vitamina K merita un approfondimento, scopriamo di più sui benefici correlati, sul fabbisogno giornaliero, su quali cibi contengono vitamina K e su quali siano le conseguenze di un’eventuale carenza o sovradosaggio.

Vitamina K 1 e K2, benefici e fabbisogno

La vitamina K è distinguibile in vitamina K1 e K2.

La prima ha il compito di far funzionare correttamente il sistema di coagulazione del sangue, permette l’assorbimento del calcio alle ossa contribuendo, quindi, al loro rafforzamento.

 

La seconda è prodotta nell’intestino dai batteri e giunge fino alle pareti dei vasi sanguigni, la si può trovare anche in alcuni alimenti fermentati.

 

La vitamina K3 è prodotta sinteticamente e contenuta in molti farmaci.
 

Il nostro fabbisogno giornaliero varia in base all’età: i bambini di un anno hanno bisogno di 10 microgrammi; a 14 anni il fabbisogno aumenta raggiungendo i 45 microgrammi; dai 25 anni in poi, il corpo ha bisogno di ricevere una quantità maggiore di vitamina K, che corrisponde negli uomini a 80 microgrammi e nelle donne a 65 microgrammi.

Lista alimenti ricchi di vitamina K

Per incamerare vitamina K e soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero, ecco su quali cibi contare o quali consumare

  • spinaci
  • lattuga
  • broccoli
  • cavolo
  • cavolfiore
  • cime di rapa
  • cavoletti di Bruxelles
  • carciofi
  • verza
  • latticini
  • frutta
  • cereali
  • carne
  • ceci
  • piselli
  • olive
  • soia
  • uova
  • fegato
  • tè verde.

Carenza o sovradosaggio, i rischi connessi

Quali sono i rischi a cui esponiamo il nostro corpo quando la vitamina K è carente? Questo nutriente è importante per una corretta coagulazione, quindi, in caso di carenza ci esponiamo maggiormente al rischio di sanguinamenti.
La vitamina K è spesso somministrata dopo alcune operazioni per ridurre le perdite di sangue.

 

Importante: la presenza della vitamina K in molti alimenti e la sua stessa produzione all’interno dell’intestino per conto dei batteri rende difficili i casi di carenza. Ci sono, però, situazioni particolari come, ad esempio, la presenza di patologie da assorbimento, trombosi venosa, cardiopatie o alterazioni della bile. Nei neonati possono presentarsi casi di carenza da vitamina K perché il latte materno non ha molta vitamina K ed essa non passa attraverso la placenta.
 

La vitamina K può essere presente in eccesso, per quanto anche questi siano casi rari. I sintomi correlati a un sovradosaggio di vitamina K sono: eccessiva sudorazione, vampate, oppressione al petto e trombosi.
Importante: dosi eccessive di vitamina K sintetica possono ristagnare nel sangue e causare intossicazioni o forte anemia. 

I più visti

Leggi tutto su Donna