TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  5 film lgbtq da guardare
5 film LGBTQ+ da guardare anche dopo il Pride month

CINEMA25 giugno 2021

5 film LGBTQ+ da guardare anche dopo il Pride month

di Giovanni Teolis

Da "Moonlight" a "Milik", ecco ;alcune delle pellicole più belle degi ultimi anni

Ecco 5 film con tematiche LGBTQ+ da recuperare per continuare le celebrazioni e le riflessioni oltre giugno, il Pride Month, nella convinzione che le storie hanno il potere e la forza di plasmare il mondo e con esso il modo in cui possiamo vedere noi stessi e gli altri.

Moonlight

Moonlight è stato il primo film a tema LGBTQ+ a vincere l’Oscar per il miglior film. Diviso in tre atti, racconta l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta di Chiron, un ragazzo di colore cresciuto a Liberty City, un sobborgo difficile di Miami. Il giovane cerca faticosamente di trovare il suo posto nel mondo, combattendo per vivere in piena libertà le proprie scelte sessuali. È un film di formazione intimo e poetico sull’identità, la famiglia, l’amicizia e l’amore, senza luoghi comuni, impreziosito dall’interpretazione corale di un cast di attori totalmente composto da afroamericani.

Call Me by your name

Firmato dal regista italiano Luca Guadagnino e tratto dal romanzo omonimo di André Aciman, è il racconto di un ragazzo che trascorre - nel 1983 - le vacanze estive nella campagna lombarda nella villa del XVII° secolo di famiglia passando il tempo a trascrivere e suonare musica classica, leggere, e flirtare con la sua amica Marzia. Elio ha un rapporto molto stretto con suo padre, un eminente professore universitario specializzato nella cultura greco-romana, e sua madre Annella, una traduttrice, che gli danno modo di approfondire la sua cultura in un ambiente che trabocca di delizie naturali.


Mentre la sensibilità e la cultura di Elio sono paragonabili a quelli di un adulto, in lui permane ancora un senso di innocenza e immaturità, in particolare riguardo alle questioni di cuore. Un giorno, arriva Oliver un affascinante studente americano di 24 anni, che il padre di Elio ospita per aiutarlo a completare la sua tesi di dottorato. In un ambiente splendido e soleggiato, Elio e Oliver scoprono la bellezza della nascita del desiderio, nel corso di un'estate che cambierà per sempre le loro vite.

Dolor Y Gloria

Dolor y Gloria del grande regista Pedro Almodóvar racconta una serie di ricongiungimenti di Salvador Mallo, un regista cinematografico ormai sul viale del tramonto. Alcuni sono fisici, altri ricordati: la sua infanzia negli anni ‘60 quando emigrò con i suoi genitori a Paterna, un comune situato nella provincia di Valencia, in cerca di fortuna; il primo desiderio; il suo primo amore da adulto nella Madrid degli anni ‘80; il dolore della rottura di questo amore quando era ancora vivo e palpitante; la scrittura come unica terapia per dimenticare l’indimenticabile; la precoce scoperta del cinema ed il senso del vuoto, l’incommensurabile vuoto causato dall’impossibilità di continuare a girare film. Dolor y Gloria parla della creazione artistica, della difficoltà di separarla dalla propria vita e dalle passioni che le danno significato e speranza. Nel recupero del suo passato, Salvador sente l’urgente necessità di narrarlo, e in quel bisogno, trova anche la sua salvezza.

Carol

Ambientato nella New York degli anni '50, Carol (nel 2016 sei nomination agli Oscar) racconta la storia di due donne appartenenti ad ambienti molto diversi, travolte da una reciproca passione. Sfidando i tabù imposti dalla morale dell'epoca, che condannano la loro innegabile attrazione, vivranno la loro storia d'amore, a dimostrazione della forza e della capacità di resistenza dei sentimenti.


Therese Belivet (Rooney Mara) è una ventenne che lavora come impiegata in un grande magazzino a Manhattan sognando una vita più gratificante. Un giorno incontra Carol (Cate Blanchett), una donna attraente intrappolata in un matrimonio di convenienza e senza amore. Tra loro scatta immediatamente un'intesa, e l'innocenza del loro primo incontro piano piano svanisce al progressivo approfondirsi del loro legame.


Carol cerca di liberarsi dai condizionamenti imposti dal matrimonio, ma suo marito minaccia di farle togliere l'affidamento della figlia quando il suo coinvolgimento sentimentale con Therese e un precedente rapporto intimo con la sua migliore amica Abby vengono alla luce. Carol decide allora di abbandonare il comfort al quale è abituata e di partire con Therese per un viaggio anche interiore alla scoperta di se stessa e di nuovi spazi.

Milk

Il film ripercorre gli ultimi 8 anni della vita di Harvey Milk (interpretato da un grande Sean Penn), attivista del movimento dei diritti degli omosessuali. La sua vita ha cambiato la storia, e il suo coraggio ha cambiato la vita di tante persone. Nel 1977, Harvey Milk è stato eletto supervisor (consigliere comunale) a San Francisco, divenendo il primo omosessuale dichiarato ad avere accesso a una importante carica pubblica in America. La sua vittoria non è stata solo una vittoria per i diritti dei gay, ma ha aperto la strada a coalizioni trasversali nello schieramento politico. Harvey Milk ha incarnato per molti – dagli anziani agli iscritti al sindacato – una nuova figura di militante per i diritti civili; e con la sua morte prematura, avvenuta nel 1978, è diventato un eroe per tutti gli americani.