TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 10:33

 /    /    /  Addio a Roberto Nobile, attore di Montalbano
Addio a Roberto Nobile, attore di 'Montalbano'

Roberto Nobile- Credit: FGR/3568500

'Aveva 74 anni'31 luglio 2022

Addio a Roberto Nobile, attore di 'Montalbano'

di Cristina Locuratolo

Si è spento improvvisamente: il ricordo di Luca Zingaretti

Roberto Nobile, volto noto de 'Il Commissario Montalbano' e 'Distretto di Polizia', è venuto a mancare, all'età di 74, anni, a causa di un malore improvviso.

Nato a Verona, nel 1947, ma di origini siciliane, Nobile si è trasferito a Roma per intraprendere la carriera di attore. Quarant'anni di cinema e televisione, ha ottenuto la popolarità soprattutto grazie al ruolo di Antonio Parmesan in 'Distretto di Polizia' e di Nicolò Zito nella seguitissima serie 'Il Commissario Montalbano', al fianco di Luca Zingaretti.

Ha lavorato con grandi autori del cinema italiano: Giuseppe Tornatore, Daniele Luchetti, Gianni Amelio, Nanni Moretti, Ermanno Olmi e Michele Placido.

In 'Stanno tutti bene' di Tornatore, Nobile ha interpretato Guglielmo, uno dei figli di Marcello Mastroianni. Ne 'La scuola' di Luchetti ha vestito i panni del professor Salvatore Mortillaro, ruolo che ha portato anche a teatro. Con Nanni Moretti ha girato 'Caro diario', 'La stanza del figlio' e 'Habemus Papam'. In tv ha recitato nella fiction 'La Piovra 7 e 8'. Di recente, lo abbiamo visto nella serie 'Gli orologi del diavolo', del 2020.

Luca Zingaretti, scioccato dalla perdita dell'attore, ha espresso così il suo cordoglio sul suo profilo Instagram:

'È mancato, improvvisamente, il mio amico Roberto. Faceva Nobile di cognome e mai cognome fu più azzeccato. Aveva l’educazione, la compostezza, la postura e l’eleganza d’animo di un nobiluomo. L’ho conosciuto tanti anni fa sul set del Commissario Montalbano, interpretava Nicolò Zito, il giornalista amico del Commissario Montalbano e devo dire che fu un incontro di quelli che si ricorda perché amici lo diventammo davvero e subito. Per più di vent’anni'.

E aggiunge, ritraendolo come un amico e collega gentile, solare e dedito alla sua professione: 'Roberto era un uomo mite, dal sorriso meraviglioso, dalla conversazione brillante, dalla gentilezza innata. Era un artista fine, un attore appassionato del suo lavoro: mi ricordo quando gli davo del rompiballe perché voleva sempre ripetere, limare, cambiare qualche battuta, e mi ricordo che lo prendevo a male parole perché tanto, poi, si faceva come diceva lui'.