Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 16 gennaio 2021 - Aggiornato alle 21:00
Live
  • 20:06 | Torino-Spezia 0-0, poche emozioni tanta paura
  • 20:05 | Da Ornella Muti ad Alberto Urso, tanti ospiti a Domenica In
  • 19:59 | Napoli, Fabian Ruiz positivo al coronavirus
  • 19:52 | Il remix di "34+35" di Ariana Grande è su TIMMUSIC
  • 19:26 | La Roma tratta con l’Atalanta per prendere Gomez
  • 19:16 | La nuova stretta anti-Covid in Francia
  • 18:31 | Covid, cosa sappiamo della variante brasiliana
  • 18:31 | Laura Pausini rappresenta l'Italia agli International Peace Honors
  • 18:14 | Come sta Fausto Gresini: condizioni in costante miglioramento
  • 18:12 | Basket, Serie A 2020/2021: il programma della sedicesima giornata
  • 18:03 | Microsoft: nuovo limite di 250GB per caricare file su Teams e OneDrive
  • 17:30 | Covid, in Italia ancora 475 morti
  • 16:55 | Bologna-Verona 1-0, decide Orsolini su rigore
  • 16:52 | Covid, tutte le restrizioni dal 17 gennaio, regione per regione
  • 16:30 | Il nuovo look del principe Harry
  • 15:01 | Pirlo: 'E' grazie a Conte se ho cominciato ad allenare'
  • 15:00 | Buon compleanno Kate Moss
  • 14:40 | Russell Crowe: chi è l'attore del Gladiatore
  • 14:31 | Conte: 'Rispetto per chi ha vinto in questi anni'
  • 14:26 | 10 regole per rispettare la montagna
Apocalypse Now, le cose da sapere sul film capolavoro
CINEMA 15 agosto 2019

Apocalypse Now, le cose da sapere sul film capolavoro

di Giovanni Teolis

Usciva nelle sale, per la prima volta, 40 anni fa

A metà agosto del 1979 usciva per la prima volta forse il più grande film di guerra mai girato, sicuramente un capolavoro assoluto della storia del cinema: Apocalypse Now di Francis Ford Coppola.

La pellicola che porta sullo schermo la guerra del Vietnam e che prova indagare sulla moralità umana prende ispirazione e riadatta liberamente il romanzo Cuore di tenebra dello scrittore Joseph Conrad. Proprio in questi giorni esce una nuova versione del film, Apocalypse Now: the final cut, un’operazione decisa dallo stesso regista convinto che la versione originale fosse troppo lunga e quella Redux del 2001 troppo rabberciata.


In una recente intervista al Guardian, proprio in un articolo che celebrava i 40 anni della pellicola, Coppola ha detto a proposito del suo film:

 

"Nessuno vuole fare un film a favore della guerra, tutti vogliono fare un film contro la guerra. Ma un film contro la guerra, ho sempre pensato, dovrebbe essere qualcosa di pieno di amore e pace e tranquillità e felicità. Non dovrebbe avere sequenze di violenza che ispirano il desiderio di violenza. Apocalypse Now ha messo in scena elicotteri che attaccano persone innocenti. Questo non è contro la guerra (…) Un film contro la guerra non può glorificare la guerra, e Apocalypse Now probabilmente lo fa. Alcune sequenze sono state usate per far sembrare la gente simile alla guerra".

 

Apocalypse Now: cosa sapere

Sul film che vanta un cast eccezionale (Martin Sheen, Marlon Brando, Dennis Hopper, Robert Duvall, Harrison Ford) ci sono una serie infinita di aneddoti. Ecco quelli più interessanti:
 

  • Nelle intenzioni iniziali il film sarebbe dovuto essere girato nel 1970 da George Lucas, mentre era ancora in corso il conflitto nel Vietnam.

     
  • Per il ruolo di protagonista Coppola inizialmente aveva pensato a Steve McQueen e ad Al Pacino, ma i due rifiutarono, così il ruolo andò a Harvey Keitel. Una scelta su cui Coppola ritornò dopo due settimane di riprese quando, non convinto dell’interpretazione dell’attore, decise di licenziare Keitel. Quindi poi la scelta cadde su Martin Sheen già provinato dal regista per il ruolo di Michael Corleone ne Il Padrino e che in quel periodo stava cercando di venire fuori da alcuni problemi di alcool. Sheen successivamente ha poi ammesso di aver abusato di alcolici anche sul set del film, tanto da venire colpito anche da un infarto quasi fatale.

     
  • Coppola durante le riprese del film, anche a causa dello stress psicofisico, ebbe una crisi epilettica. Il regista investì molti soldi nella produzione del film e aveva paura che questo alla fine non venisse completato. Si dice anche che abbia minacciato in tre diverse occasioni di volersi uccidere.

     
  • Per completare il montaggio completo del film ci vollero ben due anni.

     
  • La celebre scena dell'attacco degli elicotteri, commentata dalla musica di Wagner, dura una decina di minuti, ma per girarla furono necessarie sette settimane di riprese.

     
  • Apocalypse Now è stato girato nelle Filippine e una volta un tifone tropicale ha distrutto gran parte del set.

     
  • La produzione del film aveva affittato degli elicotteri dal governo filippino, ma questi scomparivano ripetutamente perché servivano per veri e propri combattimenti per sedare un’insurrezione nel sud del paese. Inoltre questi elicotteri dovevano venire ridipinti due volte al giorno per cambiare il loro colore da quello americano a quello filippino.

     
  • Marlon Brando, interprete iconico del colonnello Kurtz, arrivò sul set impreparato, tanto che la produzione del film fu interrotta per una settimana per permettere a Coppola di leggergli ad alta voce la sceneggiatura. Brando si presentò anche in evidente sovrappeso, motivo che lo spinse a pretendere che le riprese che lo riguardavano avvenissero sempre nell’ombra così che non si vedessero i chili di troppo presi dall’attore. Sempre per questo motivo Coppola decise anche di riprenderlo di fatto soltanto in volto.

     
  • Marlon Brando non voleva avere niente a che fare con Dennis Hopper a causa dello stile di vita alcool e droghe di quest’ultimo. Per questo hanno girato scene separate a notti alterne.

     
  • Si dice che Dennis Hopper per interpretare al meglio il suo ruolo abbia chiesto a Coppola che gli venisse fornita anche “un’oncia di cocaina”.

     
  • Il film vinse la Palma d’oro al Festival di Cannes e anche due Oscar uno per la migliore fotografia (a Vittorio Storaro) e uno al miglior sonoro (per la sua realizzazione finale ci vollero nove mesi di lavoro).


     
I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento