Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 12:15
Live
  • 12:48 | Deddy, inediti e testi del cantante di Amici 20
  • 12:38 | Coltivazione della soia e impatto ambientale, cosa dobbiamo sapere
  • 12:25 | Quali sono gli uccelli più rari?
  • 12:15 | La Cappella degli Scrovegni su Haltadefinizione
  • 12:14 | Setter irlandese: info e carattere di questa razza
  • 12:10 | Tutto su "Anna", la serie tv di Niccolò Ammaniti
  • 12:04 | 5 curiosità su Napoleone Bonaparte
  • 11:34 | Catherine Zeta-Jones e Michael Douglas festeggiano la figlia
  • 11:29 | Usa, condannato l'agente che uccise George Floyd
  • 11:18 | Il Borussia Dortmund vuole André Silva
  • 11:15 | Barbabietola al forno per un contorno light
  • 11:05 | L’ok dell’Ema al vaccino Johnson&Johnson
  • 10:49 | La vittoria della Fiorentina a Verona
  • 10:31 | Da maggio studenti in classe al 60 per cento
  • 10:03 | Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare con Clubhouse
  • 09:51 | Buon compleanno alla regina Elisabetta II
  • 09:08 | Gravina nel comitato esecutivo della Uefa
  • 08:59 | Arriva il primo Dlc di Wasteland 3
  • 08:37 | La Super League è già naufragata dopo due giorni
  • 08:26 | Parler nuovamente disponibile sull'App Store di Apple
Di cosa parla il film che ha vinto il Festival di Berlino Una scena di "Bad luck, banging or loony porn"
CINEMA 5 marzo 2021

Di cosa parla il film che ha vinto il Festival di Berlino

di Giovanni Teolis

Il film “Bad luck, banging or loony porn” ha vinto l’Orso d’oro della 71esima edizione

L'irriverente satira contemporanea del regista rumeno Radu Jude e del suo film Bad luck, banging or loony porn ha vinto l'Orso d'oro della la 71/ma edizione del Festival di Berlino, la prima completamente virtuale a causa della pandemia di coronavirus.


Il film racconta di un video che diventa virale.

Un video che mostra un uomo e una donna che fanno sesso. Sebbene i due indossino una maschera, la donna viene comunque riconosciuta. È un'insegnante. La donna viene subito messa alla gogna e così la sua carriera e la sua reputazione vengono minacciate. Costretta a incontrare i genitori che chiedono il suo licenziamento, la donna rifiuta però di cedere alle loro pressioni. Il dibattito intorno al video si trasforma in un tribunale sul sesso consensuale, la pornografia e su tanto altro ancora. 


La giuria (in cui era presente anche l’italiano Gianfranco Rosi) ha motivato il premio sottolineando come il film abbia “la qualità rara ed essenziale di un’opera d’arte duratura” aggiungendo poi anche che ha la capacità di provocare “lo spirito del nostro tempo, schiaffeggiandolo, sfidandolo a duello. E mentre lo fa, sfida anche questo momento presente nel cinema, scuotendo, con lo stesso movimento della telecamera, le nostre convenzioni sociali e cinematografiche. È un film elaborato oltre che selvaggio, intelligente e infantile, geometrico e vibrante, impreciso nel migliore dei modi. Attacca lo spettatore, suscita disaccordo, ma non lascia nessuno a una distanza di sicurezza”.


"La mia idea - ha spiegato il regista romeno Jude - era solo quella di mostrare che la cosiddetta oscenità nel video porno non è niente in confronto a ciò che ci circonda, ma a cui non prestiamo attenzione".

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento