TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 12:00

 /    /    /  'Delta', western fluviale con Alessandro Borghi e Luigi Lo Cascio
'Delta', western fluviale con Alessandro Borghi e Luigi Lo Cascio

NOVITÀ08 agosto 2022

'Delta', western fluviale con Alessandro Borghi e Luigi Lo Cascio

di Tommaso Passera

Il film è stato presentato in anteprima durante il prestigioso Locarno Film Festival

Al Locarno Film Festival, uno tra i principali festival internazionali di cinema, è stato presentato in anteprima mondiale il film Delta del regista italiano Michele Vannucci. Protagonisti di questa storia di frontiera, etichettato dallo stesso regista come un western fluviale, Alessandro Borghi e Luigi Lo Cascio.

Di cosa parla

Il film, ambientato sul Delta del Po, racconta lo scontro tra bracconieri e pescatori. Osso (Luigi Lo Cascio) è un volontario che vigila sull'area protetta del Delta del Po, una palude affascinante e spettrale. Un giorno arriva un gruppo di bracconieri dell'Europa dell'Est e quando si accorge che tra loro c'è anche Elia (Alessandro Borghi), la sua vita viene scombussolata. Elia, infatti, era un vecchio amico scappato molti anni prima, ancora innamorato della moglie Anna (interpretata da Emilia Scarpati Fanetti), con la quale ha avuto una relazione. Osso cerca di mantenere una sorta di pace, ma i reati della banda di Elia e l'ostilità dei residenti costringeranno Osso ad affrontare il fantasma più spaventoso del suo passato. Travolti dalla violenza cieca e dalla sete di vendetta, i due si affronteranno tra le nebbie del Delta scoprendo la propria vera natura in un duello che non prevede eroi.


Nel commentare il film Michele Vannucci, in passato dietro la macchina da presa dell'intenso film Il più grande sogno, ha detto: 'Sedotto dai paesaggi selvaggi del Delta, ho cercato con il genere di esplorare il limite oltre il quale la violenza travolge la ragione, costringendoti a un duello con la parte più oscura della tua natura'. Presentando il film su Facebook, invece, uno dei due protagonisti, Alessandro Borghi ha scritto:

'Delta è un film che porto nel profondo del cuore e in un momento come questo voglio ringraziare chi lo ha reso possibile e chi ha fatto parte del viaggio. Non molliamo, continuiamo a raccontare storie, senza algoritmi, senza influencer, senza musiche da botteghino. Il cinema merita di poter essere difficile, merita di non essere per tutti, perché quello che è per tutti è mediocre, per forza'.