TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  dont look up scena nudo leonardo dicaprio meryl streep
"Don't Look Up", una scena di nudo ha disturbato DiCaprio

CINEMA15 dicembre 2021

"Don't Look Up", una scena di nudo ha disturbato DiCaprio

di Giovanni Teolis

L’aneddoto raccontato dal regista Adam McKay in un’intervista al Guardian

Don't Look Up, il film Netflix con protagonisti Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence e Meryl Streep, è uno dei più attesi e commentati delle ultime settimane. La pellicola diretta dal regista premio Oscar Adam McKay ora è in sala, ma dal 24 dicembre sarà resa disponibile sulla piattaforma Netflix.


Nei giorni scorsi proprio il regista McKay ha raccontato in un’intervista concessa al Guardian di come Leonardo DiCaprio abbia avuto un problema con una scena del film, e precisamente quella di nudo con protagonista Meryl Streep. A precisa domanda se fosse stata usata una controfigura McKay ha risposto raccontando l'aneddoto:

"[Meryl Streep] è senza paura. E sì, quella è una controfigura. Ma sapete chi ha avuto un problema con questo? Leo [DiCaprio]. Leo vede Meryl come una reale del cinema... anche se forse reale non è un complimento...come una figura speciale nella storia del cinema”.

McKay ha poi continuato spiegando cosa disturbasse nello specifico DiCaprio:

"Non gli è piaciuto vederla con il tatuaggio nella parte bassa della schiena, camminare per un secondo nuda. Mi ha detto qualcosa come: 'Hai davvero bisogno di mostrarlo?'. E io gli ho detto: 'È il presidente Orlean; non è Meryl Streep'. Lei non ha battuto ciglio. Non ne ha nemmeno parlato".

Don’t Look Up racconta la storia di due umili astronomi (Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence) che partono per un enorme tour mediatico con l'obiettivo di avvisare l'umanità dell'avvicinamento di una cometa destinata a distruggere la Terra. Il film ha ricevuto recensioni miste dalla critica da alcuni come la critica del The Independent, Clarisse Loughrey, è stato descritto come un film capace di una "satira pungente e divertente".