TimGate
header.weather.state

Oggi 07 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  eduard limonov emmanuel carrere film
Verrà realizzato un film dedicato alla figura di Eduard Limonov

L'attore britannico Ben Whishaw- Credit: Julie Edwards / Avalon / Ipa-Agency.net / Fotogramma

BIOPIC12 maggio 2022

Verrà realizzato un film dedicato alla figura di Eduard Limonov

di Tommaso Passera

Il poeta e dissidente russo è stato raccontato anche in un celebre libro di Emmanuel Carrère

È stata data notizia della prossima realizzazione di un film interamente dedicato al poeta e dissidente russo Eduard Limonov, protagonista anche di un libro del celebre scrittore francese Emmanuel Carrère. Nelle intenzioni della produzione la pellicola dovrebbe essere pronta per la primavera del 2023 così che possa partecipare alla stagione dei festival. 


A interpretare Limonov sarà il versatile attore britannico Ben Whishaw, conosciuto al grande pubblico per essere stato il personaggio Q in cinque film di James Bond, ma anche nelle serie Fargo e A very english scandal . A dirigere la pellicola in lingua inglese, che si intitolerà Limonov, The Ballad of Eddie, sarà il regista Kirill Serebrennikov (Summer, Parola di Dio). Il film è scritto da Pawel Pawlikowski (Cold War, Ida), Ben Hopkins e lo stesso Serebrennikov.


Limonov, The Ballad of Eddie oltre a raccontare le vicende personali di una figura controversa, ma allo stesso tempo affascinante, sarà anche un viaggio attraverso la Russia, l'America e l'Europa nella seconda metà del XX secolo. Come è stato raccontato dallo stesso Carrère Limonov è stato uno scrittore clandestino nell'Unione Sovietica, successivamente emigrato negli Stati Uniti dove è diventato un poeta punk e anche il maggiordomo di un milionario a Manhattan. Diventato un fenomeno letterario a Parigi prima di tornare in Russia si è trasformato in un carismatico leader di partito dissidente con lo status di rockstar. È stato anche messo in galera da Vladimir Putin.


Kirill Serebrennikov ha spiegato alla rivista Variety il perché di un film su Limonov; queste le sue parole:

"È una figura che fa parte della mia vita. Sono cresciuto nel sud della Russia, nel periodo in cui è iniziata la Perestrojka che poi si è trasformata in qualcosa di diverso, che è più o meno la Russia di oggi. Limonov all'epoca era una delle figure che diventavano di reale valore per la giovane generazione. Era una specie di rockstar dell'avanguardia. Naturalmente tutti i giovani che non volevano far parte dell'establishment o lavorare per il "sistema" - e di solito ai giovani piace essere "contro" - [per loro] Limonov rappresentava un buon esempio di come farlo. Il suo giornale Limonka e il suo partito [bolscevico nazionale] divennero l'equivalente di un rock club per i giovani pensanti che non volevano far parte del nuovo establishment politico russo”.