TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 12:43

 /    /    /  matthew mcconaughey non si candida governatore texas
Matthew McConaughey non si candida a governatore del Texas

CINEMA29 novembre 2021

Matthew McConaughey non si candida a governatore del Texas

di Giovanni Teolis

L’attore premio Oscar ha messo fine al tormentone: ecco cosa ha detto

Matthew McConaughey ha annunciato che non si candiderà come governatore del Texas. Nei giorni scorsi, sull’onda di un sondaggio del Dallas Morning News che mostrava l’attore in vantaggio sia rispetto al governatore repubblicano Greg Abbott sia rispetto al candidato democratico Beto O'Rourke, la voce di una sua candidatura aveva preso sempre più corpo. McConaughey però ha voluto fare chiarezza e con un video postato sul suo account Instagram ha detto la sua sull'argomento. Ecco cosa ha detto il premio Oscar:

"Come semplice ragazzo nato nella piccola città di Uvalde, Texas, non mi è mai venuto in mente che un giorno sarei stato considerato per la leadership politica. Ma è una strada che scelgo di non prendere in questo momento”.

McConaughey ha poi proseguito nel suo videomessaggio:

“Cosa ho imparato? Molto: Che abbiamo alcuni problemi che dobbiamo risolvere, che la nostra politica ha bisogno di un nuovo scopo, che abbiamo divisioni che necessitano di essere guarite, che abbiamo bisogno di più fiducia nelle nostre vite. Dobbiamo iniziare a far luce sui nostri valori condivisi, quelli che attraversano i confini del partito, quelli che costruiscono ponti invece di bruciarli e che i nostri figli sono la nostra più grande risorsa”.

Quello di McConaughey non è comunque un disimpegno, dal momento che l’attore ha anche detto che concentrerà le sue energie su iniziative che ritiene socialmente utili. Così infatti McConaughey:

"Continuerò a lavorare e a investire la ricchezza che ho sostenendo imprenditori, aziende e fondazioni che credo stiano creando percorsi per le persone per avere successo nella vita. Organizzazioni che hanno la missione di servire e costruire la fiducia mentre generano anche prosperità. Questo è il sogno americano".