TimGate
header.weather.state

Oggi 17 maggio 2022 - Aggiornato alle 17:14

 /    /    /  nuovo film netflix tragedia aereo and society snow tm
Un film su tragedia aerea avvenuta sulle Ande 50 anni fa

Una scena di "Alive" film con Ethan Hawke che narra la stessa storia che verrà portata al cinema dal regista J. A. Bayona- Credit: / IPA / Fotogramma

CINEMA29 novembre 2021

Un film su tragedia aerea avvenuta sulle Ande 50 anni fa

di Giovanni Teolis

Il regista J. A. Bayona racconterà una storia di sopravvivenza in “Society of the Snow”

Il regista J. A. Bayona, già dietro la macchina da presa di film come The Orphanage, Jurassic World: Il Regno distrutto, Sette minuti dopo la mezzanotte, e prossimamente anche alcuni episodi della serie de Il Signore degli Anelli, inizierà presto le riprese del disaster movie Society of the Snow. Il lungometraggio, la cui sceneggiatura è firmata dallo stesso Bayona, entrerà a far parte del catalogo Netflix.


Basato sul libro La sociedad de la nieve di Pablo Vierci, il film è ambientato nel 1972 e racconta la vera storia di ciò che accade dopo che un volo dell'aviazione uruguaiana che trasportava una squadra di rugby in Cile si schianta su un ghiacciaio delle Ande. Solo 29 di 45 passeggeri sono sopravvissuti allo schianto, ritrovandosi in uno degli ambienti più difficili del mondo, costretti a ricorrere a misure estreme per rimanere in vita.


Questa non è la prima volta che la storia viene raccontata sullo schermo. Nel 1993, Frank Marshall ha diretto il film Alive con Ethan Hawke, lungometraggio basato su un altro libro che narrava la stessa catastrofe - il racconto di Pier Paul Read del 1974 Alive: The Story Of The Andes Survivors.


"È stato durante il processo di documentazione di The Impossible che ho scoperto Society of the Snow, l'affascinante cronaca di Pablo Vierci sulla tragedia delle Ande", ha detto J. A. Bayona. "Più di dieci anni dopo, il mio fascino per il romanzo rimane intatto e sono felice di affrontare la sfida che mi aspetta: Raccontare uno degli eventi più ricordati del XX secolo, con tutta la complessità che implica una storia che dà tanta rilevanza ai sopravvissuti così come a coloro che non sono mai tornati dalle montagne”.