TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 08:32

 /    /    /  Com'è "Nostalgia", il nuovo singolo di Blanco
Com'è "Nostalgia", il nuovo singolo di Blanco

Blanco- Credit: Universal Music Italy

SU TIMMUSIC03 giugno 2022

Com'è "Nostalgia", il nuovo singolo di Blanco

di Silvia Marchetti

Una storia d'amore finita male ma che ci farà ballare per tutta l'estate

Dopo aver dedicato Afrodite alla sua fidanzata Martina Valdes, Blanco sforna un altro pezzo che conquisterà subito la vetta delle classifiche. Si tratta di Nostalgia, il cui testo parla (ancora una volta) di amore e del caos che questo sentimento spesso genera fuori e dentro di noi. Eccolo. 

 

>>>ASCOLTA NOSTALGIA SU TIMMUSIC!

 

Di cosa parla Nostalgia 

Il brano di Blanco è ancora una volta prodotto da Michelangelo che ha creato una miscela esplosiva, ritmata e oscura, per un racconto che prova a illustrare le molteplici sfumature di una storia d'amore difficile, altalenante e caotica. Il cantautore bresciano accantona dunque per l'estate le melodie dolci di Brividi per offrire ai fan l'opportunità di ballare sulle note di una storia che fa gridare sui tetti dei grattacieli di New York, quelli dove è stato girato il video, elegantissimo e graffiante, in bianco e nero.

 

Il testo del nuovo singolo di Blanco

Blanco descrive il suo passato attraverso immagini, ricordi e frammenti che immergono l'ascoltatore nella sua storia d'amore finita male. Ecco il testo di Nostalgia:

 

Blanchito, baby
Michelangelo
Mettimi le ali, ah

Ti vorrei comprare come se fossi una bambola
Ti vorrei curare ogni ferita che ti sanguina
A costo di rischiare di cadere in una trappola
E ricordarmi di te solo
Per le scopate che abbiam fatto senza più provare amore
Tutto quel che ci siam detti senza più provare amore

E arrivare a litigare fino a stare male
E me ne andrei, ma non potrei scordarti

Per i tuoi occhi color mare, color mare
Vuoti da colmare, da colmare
Vuoi colmarli col sеsso, vuoi farlo adesso
Fino a non sentir più me stеsso, fino all’eccesso

Ti ho detto che non posso stare senza di te
Che manderei tutto a fanculo senza di te
Senza di te, ma ho nostalgia, ia
Perché sei come casa mia, ia
Ti ho detto che non posso stare senza di te
Che manderei tutto a fanculo senza di te
Senza di te, ma ho nostalgia, ia
Perché sei come casa mia, ia

Quante, quante cose devi dirmi ancora?

E sono giorni che non torni e, sì, te ne fotti

Che ti voglio qui che mi affronti e mi prendi a schiaffi
E lasci da parte l’orgoglio mentre io ci riprovo
Vuoi una notte da fuoco e mi rinnamoro di te

Per i tuoi occhi color mare, color mare
Vuoti da colmare, da colmare
Vuoi colmarli col sesso, vuoi farlo adesso
Fino a non sentir più me stesso, fino all’eccesso

Ti ho detto che non posso stare senza di te
Che manderei tutto a fanculo senza di te
Senza di te, ma ho nostalgia, ia
Perché sei come casa mia, ia
Ti ho detto che non posso stare senza di te
Che manderei tutto a fanculo senza di te
Senza di te, ma ho nostalgia, ia
Perché sei come casa mia, ia

 

Successo inarrestabile

Blanco, all'anagrafe Riccardo Fabbriconi, classe 2003, in poco più di un anno ha totalizzato oltre 1 miliardo di stream sulle piattaforme digitali, collezionando 38 dischi di platino e 5 dischi d'oro. Le certificazioni arrivano dopo l'incredibile successo di Brividi (certificato quadruplo disco di platino), il brano con Mahmood, vincitore del Festival di Sanremo, che ha conquistato per dieci settimane consecutive la prima posizione della classifica Fimi/Gfk dei singoli più venduti in Italia e la partecipazione all'ESC 2022.