TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 06:00

 /    /    /  Roberta Giallo intervista
Cantante, scrittrice e attrice: chi è Roberta Giallo, l’intervista

Roberta Giallo- Credit: Tuttorock

MUSICA15 ottobre 2021

Cantante, scrittrice e attrice: chi è Roberta Giallo, l’intervista

di Giovanna Ghiglione

Ascolta i brani di Roberta Giallo su TIMMUSIC e leggi qui l’intervista!

Non solo cantante, scrittrice e attrice: anche disegnatrice. Roberta Giallo è un’artista a tutto tondo. Scopriamo di più in questa intervista a cura di Fabio Loffredo di Tuttorock.

> > > Ascolta e segui Roberta Giallo su TIMMUSIC!

Ciao Roberta. Inizierei l’intervista chiedendoti di parlarmi di te, se nasci prima cantante o scrittrice o attrice.

Fin da piccola sono cresciuta in una casa dove l’arte è sempre stata in primo piano. Mia madre è una pittrice e mi padre amava molto la musica e insieme ascoltavano Maria Callas, i Beatles, Lucio Dalla, i cantautori italiani, la musica straniere ed io ho iniziato presto a cantare, a 4 anni e mezzo mi hanno portato a lezioni di pianoforte. Ho iniziato quindi a suonarlo ed ho iniziato già da piccolina a produrre cose mie, inventando composizione e appena undicenne ho scritto la mia prima canzone. Ho poi iniziato un percorso di gavetta, ho studiato canto lirico, anche se non volevo chiudermi in un teatro a cantare opere, sono diventata quindi una cantautrice e ho ricevuto vari riconoscimenti e premi. Ho avuto l’onore di conoscere e lavorare con Lucio Dalla e ho aperto il concerto di Sting a Napoli. Sono anche pittrice perché mia mamma mi diede i pennelli in mano quando ero molto piccola.

Come ti scopri scrittrice?

C’è chi sogna da bambina di diventare una ballerina, chi un’astronauta, il mio sogno invece era proprio quello di diventare una cantante, ma anche una scrittrice, nella mia vecchia casa ho trovato dei fogli con scritto alcuni racconti, avevo 9/10/11 anni e a 20 anni ho scritto il mio primo libro, ma non l’ho mai considerato degno di pubblicazione e non ho mai cercato un editore che me lo potesse pubblicare. Per scrivere una canzone è più semplice, la puoi scrivere in viaggio, nel tempo libero, per scrivere un romanzo invece ci vuole tanta dedizione, calcola che io ho iniziato a scrivere il libro 10 anni fa circa, forse sono stata troppo lenta, ma mi sono poi accorta che era arrivato il momento della stesura definitiva. Oggi quindi posso dire di essere una vera scrittrice perché il libro c’è. Poi scrivo in un portale di musica e quindi la scrittura è sempre con me.

Parlami del libro e del suo titolo “Web Love Story”, possiamo dire che è autobiografico?

Ebbene si, quella ragazza che lavorava in un negozio e sognava di diventare musicista soni proprio io. Parlo di me di quando ero giovane e la musica non era ancora il mio lavoro, non ci guadagnavo una lira, avevo appena finito l’università, incontravo i primi discografici, ma gli orizzonti non erano del tutto rosei. Per sbarcare il lunario lavoravo in un negozio di mobili e un giorno incontrai Guillaume, questo francese bellissimo, un colpo di fulmine dal quale rimango stregata. Lui mi sente cantare nel negozio e ritornato a Parigi inizia a scrivermi ed inizia così una corrispondenza tra me e lui. Questo amore che sboccia però va incontro ad imprevisti molto strani e la storia inizia ad avere anche delle tinte di thriller e il titolo è perché è una storia d’amore coltivata sul web. Il libro poi è uscito dopo il mio album “L’Oscurità Di Guillaume” che è la versione in musica del libro e così ho conosciuto Lucio Dalla, lui ricevette le demo del mio cd e del romanzo a cui lui si appassionò e mi produsse anche uno spettacolo che abbiamo fatto purtroppo dopo la sua morte.

Il disegno di copertina è tuo, l’hai creato tu, sei tu la ragazza raffigurata?

Continua a leggere l’intervista su Tuttorock > > >