TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 11:00

 /    /    /  Le canzoni che ascoltavamo nell'estate del 2002
Le canzoni che ascoltavamo nell'estate del 2002

Las Ketchup al Festivalbar 2002- Credit: Fabrizio Annibali / Ipa / Fotogramma

20 ANNI FA15 agosto 2022

Le canzoni che ascoltavamo nell'estate del 2002

di Silvia Marchetti

Avril Lavigne, Las Ketchup, Alizée, Grignani, Ferro e...

Sono passati esattamente 20 anni, eppure certe canzoni sono rimaste nel cuore e nella testa. Stiamo parlando di tormentoni che abbiamo cantato e ballato in spiaggia da ragazzini e ascoltato in radio o su cd almeno un milione di volte. Si va dal pop al rock, dal crossover a melodie più divertenti e leggere. Ecco le hit che hanno conquistato le classifiche ad agosto del 2002

 

>>>ASCOLTA LE HIT ESTIVE DEGLI ANNI 2000 SU TIMMUSIC!

 

Durante l'estate di 20 anni fa una giovanissima cantante canadese cominciava a farsi conoscere anche in Europa, Italia compresa: stiamo parlando di Avril Lavigne che ha spopolato con la sua Complicated. Oggi l'artista è tornata sulle scene con un nuovo disco, ma deve avere fatto un patto col diavolo, perché non è cambiata di una virgola. Un vero concentrato di bellezza, talento, grinta e ironia in appena 155 centimetri di altezza. 

 

Nell'estate 2002 le radio passavano in continuazione anche il tormentone di tre sorelle spagnole, le Las Ketchup. Con il singolo latin pop Asserejé e il balletto da spiaggia imitato da grandi e piccini, il trio ha venduto oltre 250mila copie solo nel nostro Paese. A proposito: che fine avranno fatto Lola, Pilar e Lucía Muñoz?

 

L'operazione ''amarcord'' ci riporta alla mente la star colombiana Shakira e il ritmo travolgente di Whenever, Wherever, canzone accompagnata da movenze ultra sensuali con tanto di ombelico scoperto e look selvaggio. Un vero successo mondiale, che le ha spianato la strada verso una carriera invidiabile.

 

Nell'agosto del 2002 eravamo pazzi anche per due brani di due artisti italiani: la maliziosa e divertente L'Aiuola di Gianluca Grignani e la contagiosa Salirò di Daniele Silvestri. Per non parlare di Tiziano Ferro, che con Rosso relativo, tratta dal suo omonimo primo album, è stato incoronato ''rivelazione italiana'' al Festivalbar di quell'anno. 

 

In classifica erano entrate di prepotenza molte altre canzoni, soprattutto straniere: due hit francesi (Alizée con la piccante Moi… Lolita e i Noir Désir con la tormentata Le vent nous portera) e la valanga americana con il rapper Eminem (Withouth me), i sempreverdi Red Hot Chili Peppers (By the way) e il rock adolescenziale dei The Calling (Wherever You Will Go).

 

Chiudiamo la playlist dell'estate 2002 con un pezzo bomba dei Planet Funk insieme a Dan Black (voce): Who Said, che a distanza di anni è ancora in grado di farci saltare.