Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 settembre 2021 - Aggiornato alle 01:00
News
  • 20:55 | SBK, Chaz Davies si ritirerà a fine 2021: “Pronto a voltare pagina”
  • 18:30 | Le foto di Robert Doisneau esposte a Rovigo
  • 16:38 | Rincaro bollette, le mosse del governo per ridurre l’impatto
  • 15:00 | Draghi: il governo non aumenterà le tasse, momento per dare non prendere
  • 14:30 | Vaccini, perché le prime dosi sono aumentate nell’ultima settimana
  • 14:29 | A Tokyo una libreria dedicata allo scrittore Haruki Murakami
  • 14:26 | Come sarà il clima nelle città italiane alla fine di questo secolo
  • 12:45 | Ad Art Basel 2021 artisti e opere di alto livello
  • 11:48 | Gli Usa hanno autorizzato la terza dose per gli over 65
  • 11:45 | Il Milan vince e riaggancia l’Inter
  • 11:40 | La prima vittoria in campionato per la Juventus
  • 10:12 | 7 cose da fare e da vedere a Ivrea
  • 09:40 | Nuova power unit per Leclerc, partirà ultimo in Russia
  • 06:30 | Elezioni federali in Germania: le cose da sapere
  • 06:05 | Il green pass in parlamento e le altre notizie sulle prime pagine
  • 06:01 | Basket, Scola a Varese non sarà solo il nuovo amministratore delegato
  • 03:23 | Green pass obbligatorio sul luogo di lavoro: le cose da sapere
  • 19:50 | MotoGP 2021, Zarco operato al braccio destro: ci sarà ad Austin
  • 19:25 | SBK 2021, programma e orari del GP di Spagna a Jerez
  • 19:00 | Covid, 3.970 nuovi casi con l'1,4% di positività
Mick Jagger Mick Jagger - Credit: Universal Music Italy
COMPLEANNI 26 luglio 2021

Le 10 canzoni più belle di Mick Jagger (che compie 78 anni)

di Silvia Marchetti

Con i mitici Rolling Stones ma anche come solista, ascolta la playlist di TIMMUSIC! 

Tanti auguri, Mick Jagger! Il mito vivente del rock mondiale compie 78 anni.

La voce e l'anima dei Rolling Stones è una delle poche rockstar degne del titolo che ancora gravitano su questa terra. Una vera icona, un artista carismatico, rivoluzionario, stiloso, dalle mille risorse, amatissimo dai fan anche per le sue "moves" leggendarie da vero animale da palco. Lo festeggiamo riascoltando alcuni dei brani più belli pubblicati nel corso della sua carriera da solista e con i compagni di band.

 

>>>ASCOLTA LA SPECIALE PLAYLIST DI TIMMUSIC!

 

1) Dancing in the street (con David Bowie)

Si tratta di una cover. La canzone originale è stata scritta da Marin Gaye e William Stevenson nel 1964, interpretata da Martha and the Vandellas e poi riarrangiata da Mick Jagger e David Bowie 21 anni dopo. Dancing in the street è doppiamente immportante: non è soltanto un gioello della storia della musica, ma è un pezzo di cuore, lanciato per beneficenza, per raccogliere fondi a sostegno del Live Aid e contro la fame nel mondo.

 

2) Lucky in love 

Estratto dal primo disco da solista del 1985, She’s the Boss, Lucky in love è nata dalla collaborazione con il celebre chitarrista e compositore portoricano Carlos Alomar. Il titolo cattura la natura di inguaribile donnaiolo di Mick Jagger, reputazione che l'artista si porta dietro da una vita e che ancora lo accompagna nonostante le sue 78 primavere. 

 

3) Hard woman

Un'altra traccia di She's the Boss rientra di diritto nella Top 10 delle hit più emozionanti del ricco repertorio di Mick Jagger: Hard woman. Un lavoro a cui hanno partecipato musicisti eccezionali, mostri sacri quali Jeff Beck, Steve Ferrone, Ray Cooper, Pete Townshend, Nile Rodgers, solo per citarne alcuni.

 

4) God gave me everything (con Lenny Kravitz)

Questo brano è stato scritto da Mick Jagger e Lenny Kravitz per il disco Goddess in the Doorway del 2001, il quarto e finora ultimo da solista. La canzone affonda le sue radici negli esordi "punk" degli Stones, portando una scarica di adrenalina nel pieno stile della band. Inoltre, il video con Kratitz, è davvero una bomba, con immagini frenetiche scandite dal ritmo martellante del pezzo.

 

5) Joy (con Bono Vox)

Dallo stesso disco, ricco di importanti ospiti, occorre menzionare anche la sperimentale Joy, scritta e interpretata da Jagger e Bono degli U2, con il leggendario Pete Townshend degli Who alla chitarra. La melodia appena accennata dalla voce di Bono in sottofondo e il "Jump for joy!" grintoso di Mick, ripetuto in stile "a cappella", rendono Joy uno dei brani più iconici dell’intera produzione della "pietra rotolante".

 

6) Olds habits die hard 

Questo brano, tratto dalla colonna sonora del film "Alfie" del 2004, è stato scritto da Mick Jagger insieme a David Stewart degli Eurythmics. La canzone ha vinto un Golden Globe e dominato a lungo le classifiche. Ne esiste anche una versione magica a due voci, in coppia con Sheryl Crow.

 

7)  (I can't get no)Satisfaction

Tra le infinite produzioni con i Rolling Stones da lui fondati, è davvero impossibile decidere quale sia la canzone regina, la più bella in assoluto. Dovendo per forza fare una scelta, ci affidiamo ai suggerimenti di TIMMUSIC, che nella sua speciale playlist dedicata al meglio di Mick Jagger, nel giorno del suo compleanno, ha inserito (I can't get no) Satisfaction. Suonata per la prima volta nel lontano 1965, è il perfetto mix di rock, melodia e ironia. E pensare che all'inizio Keith Richards non voleva nemmeno pubblicarla...

 

8) Simphaty for the Devil

Traccia iniziale di Beggars Banquet del 1968, questo pezzo è caratterizzato dal netto contrasto tra le percussioni e la voce di Mick Jagger. Nel testo sono citate la Guerra dei cent’anni, la Rivoluzione d’Ottobre, il processo a Gesù, la Seconda Guerra Mondiale e la morte dei Kennedy. Sympathy For The Devil è diventata un classico assoluto del repertorio dei Rolling Stones. E non è un inno al Diavolo, come erroneamente si pensa da oltre mezzo secolo. 

 

9) Start me up

Nel 1981 è uscita Start me up, singolo che poi ha lanciato l'album Tatto You. Un brano di rottura e che ha permesso al gruppo di Jagger di rilanciarsi dopo un periodo non proprio felice a livello professionale e personale. A conquistare più generazioni di fan è il riff di chitarra del brano, diventato uno dei più famosi della storia del rock.

 

10) Brown Sugar

Chiudiamo con Brown Sugar del 1971, prima traccia del quarto progetto degli Stones, Sticky Fingers. E' una delle canzoni più "scandalose" e chiacchierate della band. Il testo scritto di Jagger e Richards, parla infatti in modo crudo e diretto di sadomasochismo, sesso e droga, frasi accompagnate da un lungo assolo di chitarra elettrica e, successivamente, dalla magia creata dal sassofono.

 

 

 

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento