TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 09:00

 /    /    /  canzoni piu belle raffaella carra playlist
10 canzoni per raccontare Raffaella Carrà

Raffaella Carrà- Credit: Samugheo / GIACOMINOFOTO / Fotogramma

LA PLAYLIST06 luglio 2021

10 canzoni per raccontare Raffaella Carrà

di Silvia Marchetti

Tuca Tuca, A far l'amore comincia tu, Fiesta, Tanti auguri, Rumore e...

Raffaella Carrà, scomparsa improvvisamente il 5 luglio 2021, si era guadagnata il titolo di "regina della televisione italiana" fin dai primi anni Settanta, grazie soprattutto al successo di ascolti di Canzonissima.

 

Ma la Raffa nazionale era, ed è ancora oggi, un'icona della musica leggera, in Italia come all'estero. Le sue hit hanno conquistato infatti anche la Spagna e l'America Latina, con oltre 60 milioni di dischi venduti in carriera. Ecco dieci brani che raccontano perfettamente la nostra amata Raffaella cantante.

 

>>>ASCOLTA LE PIU' BELLE CANZONI DI RAFFAELLA CARRA' SU TIMMUSIC!

 

1) Ma che musica maestro

Il primissimo successo musicale di Raffaella Carrà è Ma che musica maestro, hit del 1970 e sigla del popolarissimo varietà Canzonissima, presentato dalla stessa cantante insieme a Corrado durante il sabato sera targato Rai (ancora in bianco e nero in tv). Il brano è stato scritto da Sergio Paolini, Franco Pisano e Stello Silvestri e coreografato dalla stessa Carrà.

 

2) Tuca Tuca

L’anno successivo, nel 1971, è la volta del Tuca Tuca, scritto da Gianni Boncompagni per il testo e da Franco Pisano. Il balletto che accompagna il brano è stato ideato da Don Lurio e messo in scena insieme al ballerino e coreografo Enzo Paolo Turchi.

 

La canzone era ritenuta troppo ammiccante e trasgressiva per le regole della tv pubblica dell'epoca. Al punto che per continuare a cantare e ballare il Tuca tuca fu necessario far intervenire il grande attore Alberto Sordi, che con la sua ironia sdrammatizzò quelle movenze sexy che avevano suscitato tanto clamore.

 

3) Rumore

Nel 1974 è la volta di Rumore, uscita negli anni di acceso femminismo. Il testo calzava a pennello a tutte quelle donne desiderose di emanciparsi, ma non perfettamente a loro agio fuori dai ruoli che la tradizione assegnava loro. Un po' il contraltare femminile degli uomini descritti da Mogol nei suoi testi degli stessi anni. La canzone, che vanta l'arrangiamento di Shel Shapito, ha venduto oltre 10 milioni di copie.

 

4) A far l'amore comincia tu

Due anni dopo, ecco un altro grandissimo successo, A far l’amore comincia tu. Ebbe un grandissimo riscontro non solo in Italia ma a livello internazionale (oltre 20 milioni di copie vendute). Questa canzone è stata di recentemente rilanciata dal remix di Bob Sinclair e portata alla ribalta nel film premio Oscar La grande bellezza di Paolo Sorrentino.

 

Il testo è stato scritto da Cristiamo Malgioglio sulla musica di Franco Bracardi. Il brano racconta di una donna spregiudicata, che chiede al suo uomo di prendere l'iniziativa nel sesso, riconfermando l'icona erotica di Raffaella nell'immaginario degli italiani.

 

5) Fiesta

L’anno dopo ecco Fiesta, altro pezzo scritto da Gianni Boncompagni, con Escolar, Franco Bracardi e Paolo Ormi. Contenuto nell'omonimo disco, è una delle canzoni "simbolo" della soubrette emiliana. Una hit allegra e tutta da ballare, che ha fatto impazzire anche i fan spagnoli e d'oltreoceano.

 

6) Tanti auguri

Questo brano è uscito nel 1978 ed è diventato subito una hit. Si tratta di un vero e proprio inno per la comunità Lgbt, insieme ad altri numerosissimi suoi grandi successi. Tanti Auguri è stato scritto da Gianni Boncompagni e Daniele Pace, su musica di Paolo Ormi. Un vero tormentone, tanto da essere stata tradotta anche in spagnolo e in castellano.

 

7) Luca

Con il brano Luca del 1978 per la prima volta si parlava di omosessualità in modo diretto e leggero, una cosa inaudita nell'Italia di quegli anni, come ha scritto il The Guardian, "non sorprende che la Carrà sia diventata un'icona gay internazionale".

 

"Ma un pomeriggio dalla mia finestra lo vidi insieme ad un ragazzo biondo. Chissà chi era, forse un vagabondo. Ma da quel giorno non l'ho visto proprio più...", cantava la Raffa.

 

8) E salutala per me

Nel 1979 ecco E salutala per me, un pezzo che parla di una donna tradita che invita il suo compagno ad andare dalla sua amata, dall’amante. La canzone ha raggiunto il secondo posto nella classifica dei singoli più venduti in Italia.

 

9) Ballo Ballo

Ballo Ballo è uscito nel 1982, come sigla del programma Fantastico, ennesima hit da alta classifica. E' tra i singoli pubblicato su 45 giri e terza sigla italiana, tratta dal varietà Fantastico, che vide il rientro in Italia di Raffaella Carrà. Testo di Gianni Boncompagni e Franco Bacardi, musica di Danilo Vaona.

 

10) Chi l'ha detto

L’ultimo singolo ufficiale registrato dalla cantante è Chi l’ha detto, pubblicato il 16 novembre 2018 come primo singolo estratto dall’album Ogni volta che è Natale. Un po’ ninna nanna pop, con qualche accenno di trap, il brano racconta la paura di essere felici, per concludersi con un ricordo autobiografico.