• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 gennaio 2022 - Aggiornato alle 23:06
News
  • 23:06 | Tra Milan e Juve pareggio senza reti
  • 21:17 | Il problema della conservazione delle opere d’arte
  • 21:15 | Juventus, Chiesa operato al crociato: stagione conclusa
  • 20:35 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:29 | Paura per Sofia Goggia, c’è la distorsione al ginocchio
  • 20:13 | Il Napoli celebra Insigne, che eguaglia i gol di Maradona
  • 20:11 | Roma a valanga ad Empoli, 4-2 con doppietta di Abraham
  • 19:36 | Le dimissioni del presidente armeno Sarkissian
  • 19:31 | Cosa ha detto l'Oms sulla fine della pandemia
  • 19:18 | Il poker del Napoli alla Salernitana (4-1)
  • 18:00 | Un Picasso surrealista da record in asta
  • 17:50 | Covid, i dati del 23 gennaio: tasso di positività al 14,9%
  • 17:17 | Napoli poker alla Salernitana, ora è secondo
  • 14:55 | Cagliari-Fiorentina 1-1, gol ed emozioni
  • 14:46 | Quirinale: le regole del governo per far votare i positivi
  • 14:15 | Un’opera di Nicolas Poussin entra nella collezione del Met
  • 14:07 | Barone: 'Vlahovic deve dirci cosa vuole fare'
  • 12:55 | SBK, Chaz Davies allenerà i piloti Ducati nel 2022
  • 12:23 | L’Atalanta decimata strappa un pari alla Lazio
  • 10:42 | Quattro regioni in zona arancione dal 24 gennaio
Chi è Mirkoeilcane, l’intervista al cantautore romano Mirkoeilcane - Credit: Tuttorock
MUSICA 29 novembre 2021

Chi è Mirkoeilcane, l’intervista al cantautore romano

di Giovanna Ghiglione

Ascolta e segui l’artista romano su TIMMUSIC e leggi qui l’intervista!

Mirkoeilcane, nome d’arte per Mirko Mancini, è un cantautore romano classe 1986.

Conosciamolo meglio nell’intervista a cura di Marco Pritoni di Tuttorock.

> > > Ascolta i brani di Mirkoeilcane su TIMMUSIC!

Ciao Mirko, innanzitutto come va per te in generale in questo periodo di lenta ripresa?

Ciao Marco, grazie, c’è un po’ di delusione ma piano piano si vede una luce, stanno discutendo sulle riaperture e non vedo l’ora che le cose vengano ufficializzate e, ovviamente con le dovute richieste burocratiche e quant’altro, finalmente si potrà tornare a vedere un concerto.

Parlami di “Francesca e basta”, il tuo nuovo singolo, quando l’hai scritto?

Prima del lockdown, “Francesca e basta” è una di quelle canzoni, insieme al precedente singolo “Povera me”, che sarebbe andata nell’album che doveva uscire durante il periodo di pandemia, poi tutto è stato rimandato.

I due brani si basano sulla vita di una ragazza, Francesca. Le tracce comporranno il tuo terzo disco saranno tutte legate a lei?

Mi sarebbe piaciuto fare una di quelle cose ormai molto rare che si chiamano concept album però è anche vero che bisogna mantenere il contatto con la realtà odierna della musica e le sue richieste. Ho fatto un esperimento con queste due canzoni che sono venute naturalmente, senza mettermi lì a volerlo fare per forza. Il mio nuovo album sarà un classico album da cantautore.

Il personaggio di Francesca viene da tue esperienze personali che hai voluto trasferire in chiave femminile?

Mi piace prendere idee un po’ qua e un po’ là, alcune cose che sono nella canzone mi sono successe, altre mi sono state raccontate. Non si tratta di un mio alter ego ma quando uno scrive una canzone c’è sempre una piccola componente di sé stesso, però non sono Francesca (ride – ndr).

L’idea dei due video è stata affidata totalmente alla regista Beatrice Chima o hai contribuito anche tu?

Ho una discreta inadeguatezza alla trasformazione in formato video delle cose quindi ho affidato tutto a lei, non scopro io che sia molto brava, ha fatto tanti video di artisti più famosi di me.

Tu sei un cantautore che arriva dalla gavetta, che ha una sua fetta di pubblico che si porta dietro da anni. Nel 2018 hai partecipato al Festival di Sanremo dove hai cantato davanti a milioni di telespettatori e con il brano “Stiamo tutti bene” hai vinto vari premi, cosa ti porti dentro di quell’esperienza?

Il Festival ti regala tanto e ti pone un po’ di paletti. Come dici bene tu, la mia realtà è quella di un cantautore a cui piace l’idea del concerto nel piccolo locale con 10 o 100 persone. Non mi immagino in uno stadio, come non immagino, senza che io voglia avvicinare la mia immagine a certi miti, un Lucio Dalla, un De Gregori. La parte bella di Sanremo è che, grazie al Festival, sono riuscito a far ascoltare a tante persone un brano che sarebbe finito in un cassetto e non sarebbe mai stato trasmesso in radio.

Quanto è difficile nel 2021 fare il cantautore in Italia?

Continua a leggere l’intervista su Tuttorock > > >

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento