Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 02 dicembre 2020 - Aggiornato alle 04:00
Live
  • 07:02 | EuroLega: l’Olimpia Milano domina l’Alba Berlino e vince 75-55
  • 00:03 | L’Atalanta sogna il bis, basterà un pari con l’Ajax
  • 23:52 | L’Inter è ancora viva, si qualifica se…
  • 23:27 | Il coronavirus può entrare nel cervello passando dal naso
  • 23:07 | Champions, Atalanta, pari con il Midtjylland, ottavi vicini
  • 23:04 | 5 concerti in streaming da non perdere a dicembre
  • 23:00 | Tom Cruise a Roma per girare Mission Impossible 7
  • 22:30 | Regali di Natale per ragazze a prezzi scontati
  • 21:52 | Danimarca-Italia 0-0, speranza qualificazione diretta a Europeo
  • 21:02 | Champions, Real Madrid sconfitto dallo Shakhtar 2-0 e nei guai
  • 20:29 | Mel C, dallo psicologo alla (nuova) reunion delle Spice Girls
  • 20:00 | Zucchine al forno
  • 19:42 | L’adesione di Amazon alla Colletta 2020 del Banco Alimentare
  • 19:08 | WhatsApp, come impostare uno sfondo personalizzato per ogni chat
  • 19:00 | Inzaghi: 'Udinese un episodio, con il Dortmund ce la giochiamo'
  • 19:00 | Cavolo o broccolo romano: ricette light
  • 18:54 | Covid, il nuovo Dpcm "sarà valido fino al 15 gennaio"
  • 18:25 | MotoGP 2020: 15 cadute per Zarco, ma quella dell’anno è di Marquez
  • 17:30 | Covid-19, decessi in aumento in Italia: 785 in 24 ore
  • 17:30 | Hugh Grant e il mockumentary sul 2020
José Padilla José Padilla durante un dj set a Ibiza - Credit: Profilo Facebook @José Padilla
MUSICA 20 ottobre 2020

Chi era José Padilla, dj e padre della chill out morto a 64 anni

di Silvia Marchetti

Il Café Del Mar di Ibiza dice addio a uno dei suoi più noti e amati rappresentanti

Il famoso deejay spagnolo José Padilla è morto a 64 anni a causa del cancro.

Era considerato il padre spirituale della musica chillout ed era noto fra l’altro per i dj set al Café Del Mar di Ibiza. Il triste annuncio è stato dato dalla famiglia sui social dell'artista. 

 

>>>SCOPRI TIMMUSIC

 

>>>ASCOLTA LE HIT DI JOSE' PADILLA

 

La morte del celebre dj

Josè Padilla si è spento nella notte tra il 18 e il 19 ottobre all’ospedale Can Misses in cui era ricoverato dopo una lunga battaglia contro il cancro al colon. È stata la famiglia a comunicare la notizia della dolorosa scomparsa del dj, tramite un lungo post sui social. "Hola amigos. Con grande tristezza siamo qui a comunicarvi che José è morto serenamente nel sonno nella notte di domenica, qui nell’amata isola di Ibiza. Famiglia e amici ringraziano chiunque abbia inviato donazioni e messaggi di supporto che hanno reso meno difficili i suoi ultimi mesi. Un ringraziamento va anche allo staff dell’ospedale Can Misses per essersi preso cura di lui fino alla fine. Senza di lui i tramonti a Ibiza non saranno più gli stessi, ma la sua musica meravigliosa rimarrà per sempre con noi. Adiós maestro". 

 

La carriera di José Padilla

Era nato a Barcellona il 4 dicembre 1955 ed era arrivato a Ibiza a metà degli anni Settanta per cominciare la sua carriera nella musica. José Padilla, importante produttore discografico di ambient music, trance e new age, è entrato nella storia grazie alla residency al Café Del Mar che ha lanciato la tendenza del chill out, un modo alternativo e più contemplativo di intendere il djing. Il locale e i suoi affollati dj set al tramonto hanno ispirato molti imitatori e la serie di mixtape chiamata appunto Café Del Mar, di cui ha curato le prime uscite. 

 

Il suo ultimo album è So many colours, trascinato dalla hit Maybe the sunset del 2015. Padilla era molto legato anche all'Italia, tanto da dedicare Here Comes the Sunset, disco del 2011, alla spiaggia di Fregene, in provincia di Roma, dove si era esibito in diverse occasioni. 

 

L'appello per le cure

Mesi fa gli era stato diagnosticato un cancro al colon e, dopo aver appresso della malattia, aveva lanciato una raccolta fondi su GoFundMe: "La mia situazione è davvero brutta, dopo cinque mesi senza alcuna entrata sono al verde e non ho modo di pagare l’affitto. Vi chiedo umilmente se potete aiutarmi con le vostre donazioni", aveva scritto José Padilla. E in poche settimane era riuscito a raccogliere i 20mila euro che gli sarebbero serviti per curarsi.

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento