TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 10:00

 /    /    /  colapesce dimartino canzone sanremo 2021
Di cosa parla il brano di Colapesce e Dimartino in gara al Festival

Colapesce e Dimartino- Credit: MNComm / 42Records

SANREMO 15 febbraio 2021

Di cosa parla il brano di Colapesce e Dimartino in gara al Festival

di Silvia Marchetti

Si intitola "Musica leggerissima" ed è una canzone pop esistenzialista

Colapesce e Dimartino. Lorenzo e Antonio. Due amici, entrambi siciliani. Due cantautori tra i più importanti sulla scena dell’ultimo decennio. Saranno tra i big in gara alla 71esima edizione del Festival di Sanremo con il brano Musica leggerissima. Ecco cosa sappiamo a proprosito della canzone, già tra le più apprezzate dai giornalisti dopo un primo ascolto.

 

>>>ASCOLTA ASPETTANDO SANREMO SU TIMMUSIC!

Il significato del brano

Colapesce e Dimartino, che fanno parte del roster della neonata etichetta Numero Uno, fondata storicamente da Lucio Battisti e Mogol, si presenteranno a Sanremo con Musica leggerissima, un brano scritto con la collaborazioni di due produttori importanti come Federico Nardelli e Giordano Colombo.

 

"La canzone che abbiamo presentato è un pop esistenzialista che unisce la nostra anima di autori a quella della canzone pop per antonomasia - spiegano Lorenzo Urciullo e Antonio Di Martino - Parla della musica leggerissima, che non è la musica leggera, ma non è neanche la musica pesante. Il titolo sembra allegro, ma non lo è".

 

LEGGI ANCHE: I 26 cantanti big in gara al Festival 2021

 

Il rito prima di salire sul palco

Una curiosità: prima di salire sul palco dell'Ariston il prossimo 2 marzo, Colapesce e Dimartino faranno il solito balletto scaramantico e riequilibratore che anticipa ogni loro esibizione. "Saremo vestiti elegantissimi e speriamo di farvi emozionare con la nostra canzone", dichiarano i due cantautori.

 

Il successo del disco I mortali

Per i due artisti si tratta della prima volta al Festival ma nel mondo della musica italiana sono voci note, molto apprezzate, sia come solisti, sia come "coppia artistica". Lo scorso giugno hanno pubblicato l'album I mortali, scritto a quattro mani, un progetto denso in cui il classico cantautorato italiano si contamina con sonorità elettroniche e urban, grazie alla collaborazione con produttori come Frenetik&Orang3 e Mace. Tra i brani contenuti spicca Luna Araba con Carmen Consoli, che omaggia la loro Sicilia, ma che conferma anche il legame con un pop di qualità, ricco di sonorità alla Beatles e Cure.

 

LEGGI ANCHE: Amadeus e le canzoni del Festival: "Tanto amore e poca pandemia"