TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 05:00

 /    /    /  coldplay canzoni music of the spheres nuovo album
"Music of the Spheres", il nuovo album dei Coldplay spiegato traccia per traccia

I Coldplay- Credit: Warner Music

MUSICA15 ottobre 2021

"Music of the Spheres", il nuovo album dei Coldplay spiegato traccia per traccia

di Silvia Marchetti

Canzoni, duetti, copertina, curiosità sul disco e il tour mondiale ;

Music of the Spheres, il nono album dei Coldplay, è finalmente uscito. Chris Martin, Jonny Buckland, Guy Berryman e Will Champion catapultano i fan direttamente nello spazio, con 12 nuove canzoni e collaborazioni inedite. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul disco della band britannica.

 

>>>ASCOLTA I COLDPLAY SU TIMMUSIC!

 

Ascoltare Music of the Spheres è come compiere un viaggio cosmico, attraverso i pianeti dell’universo. Del resto, come canta lo stesso Chris Martin, "ognuno di noi è un alieno da qualche parte".

 

 

Il nuovo disco dei Coldplay, nato tra Stoccolma, Londra, Los Angeles e Parigi, presenta fin dalle prime tracce un suono "aperto" e ricco di contaminazioni, capace di toccare le corde delle emozioni e dei ricordi (dagli anni 80 all’uso del synth) e al contempo di "sporcarsi" con sfumature rock più energiche. Le sonorità dell'album rispecchiano a pieno il concept, legato al simbolismo spaziale e al concetto di immensità.

 

Music of the Spheres arriva a due anni di distanza dal precedente Everyday Life e comprende dodici tracce. Di queste, alcune sono già vere e proprie hit, uscite come singoli nelle scorse settimane, da Higher Power a My Universe (insieme ai BTS).

 

 

Si aggiungono la psichedelica Humankid, la ballad romantica Let Somebody Go (un duetto pazzesco con Selena Gomez), la coraggiosa People Of The Pride (dalle sonorità electro-rock in cui intervengono anche chitarre graffianti ed elementi presi da Black & Gold di Sam Sparro), e l'intenso mix di pop e falsetto di Biutyful.

 

Arriva poi Human Heart, collaborazione tra i Coldplay e We Are King, il duo americano R&B formato dalle gemelle Amber e Paris Strother insieme a Jacob Collier. Un brano a cappella delicato ma reso ruvido dall’uso dell’autotune e dalla sovrapposizione delle voci.

 

E ancora: la strumentale Alien Choir, Music Of The Spheres II (in cui si percepiscono dei rumori che potrebbero essere le urla di un concerto in scena in un'altra galassia) e il gran finale di Coloratura, traccia che dura oltre dieci minuti, tra ritmi lenti, synth soffusi e la gentilezza di un pianoforte.

 

Tutte le canzoni dell'album sono nate dopo un'intuizione di Chris Martin: l'artista, insieme ai figli Apple e Moses, ha visto la scena della Taverna Mos Eisley in "Star Wars" e, da quel momento, ha trovato ispirazione per scrivere nuovi testi e melodie.

 

In realtà, il tema dello spazio è sempre stato di forte interesse per la band: già in alcuni precedenti lavori, i fan più attenti avevano captato elementi che ricordavano pianeti e alieni, come ad esempio il progetto musicale proposto dal gruppo nel 2010 per costruire un “sistema solare”, i libretti del disco Everyday Life e il video di Champion Of The World.

 

Grazie anche al prezioso aiuto del celebre produttore Max Martin, che già aveva lavorato con i Coldplay in un paio di singoli, è nato così Music of the Spheres, un disco ricco di sentimenti e sonorità universali, concepito per arrivare ovunque e a chiunque.

 

Nel giorno in cui il mondo può finalmente ascoltare l'ultimo capolavoro dei Coldplay, la band ha spiazzato i fan con due annunci. La prima (brutta) notizia è che Chris Martin e compagni hanno deciso di pubblicare altri tre album e poi di ritirarsi (ma continueranno a suonare insieme). La seconda, invece, rattrista solo i fan italiani: il tour mondiale, che partirà a marzo 2022, non prevede al momento date nel nostro Paese.