TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 22:15

 /    /    /  fabrizio moro canzone sanremo 2022 sei tu significato
Fabrizio Moro a Sanremo canta "Sei tu", con una dedica speciale

Fabrizio Moro- Credit: Luisa Carcavale

VERSO IL FESTIVAL28 gennaio 2022

Fabrizio Moro a Sanremo canta "Sei tu", con una dedica speciale

di Silvia Marchetti

Tutto sul brano presentato in gara dal cantautore romano (che debutta come regista)

Tra i 26 cantanti che parteciperanno alla prossima edizione, la 72esima, del Festival di Sanremo c'è anche Fabrizio Moro, che torna dopo aver vinto nel 2007 con Pensa (Nuove Proposte) e nel 2018 in coppia con Ermal Meta. Si tratta della sua settima volta alla kermesse. L'artista 46enne porta in gara Sei tu, un brano dal significato molto intimo e profondo e legato a un progetto cinematrografico.

 

>>>ASCOLTA FABRIZIO MORO SU TIMMUSIC!

 

"Il brano per Sanremo è nato durante la stesura della sceneggiatura del mio primo film da regista, Ghiaccio, ispirato dalla storia del protagonista, dalla storia d'amore che vive con la sua compagna: una scintilla che ho poi riversato sulla mia vita, perché è la prima volta in cui decido di dedicare le parole del brano a una persona particolarmente importante per me, che in questi due anni mi ha salvato dalla parte più brutta di me stesso", ha spiegato Fabrizio Moro, intervistato da Adnkronos.

 

Sei tu è una ballata romantica che, pur traversando mondi già (ampiamente) esplorati, definisce perfettamente il suo autore, regalando slanci di passione tatuati sulla pelle come "Sei la cosa più bella che ho sempre difeso / E hai sconfitto i miei dubbi quando io mi ero arreso". La potremo ascoltare per la prima volta dal 1 febbraio, sul palco dell'Ariston, e poi nell'Ep La mia Voce, in uscita il 4 febbraio.

 

"L'amore è l'unica via d'uscita, sempre, per tutti - ha commentato Fabrizio Moro a Tgcom - È l'unica via d'uscita da questo vuoto Interiore creato dalla mancanza di certezze, dalla mancanza di abbracci, dal dubbio del domani, dalla mancanza di lavoro, dalla pandemia, dalla rabbia sociale, dall’angoscia che ci viene a bussare alle 5 del mattino…l'amore è l'unica via d'uscita, è inutile girarci intorno".

 

Dopo il disco (la seconda parte sarà lanciata a ottobre), arriverà anche Ghiaccio, che segna il suo esordio da regista. Ghiaccio è una storia di coraggio e riscatto sociale: Fabrizio Moro ed Alessio De Leonardis raccontano la periferia romana attraverso gli occhi di un ragazzo che ce la mette tutta per cambiare, attraverso il pugilato, un destino che sembra già scritto. 

 

"Una storia di amicizia, di rivalsa, di speranza ma, soprattutto una storia d’amore, perché mentre immaginavo le scene, le inquadrature di questo film e scrivevo le canzoni di questo nuovo album, ogni giorno, mi tornava in mente sempre la stessa cosa: puoi lottare quanto vuoi, da soli non si vince mai", ha concluso Moro.