TimGate
header.weather.state

Oggi 16 agosto 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  intervista ai blues pills timmusic
“Holy Moly!” è il nuovo album dei Blues Pills, l’intervista alla cantante

Blues Pills- Credit: Tuttorock

MUSICA19 ottobre 2020

“Holy Moly!” è il nuovo album dei Blues Pills, l’intervista alla cantante

di Giovanna Ghiglione

Ascolta subito il nuovo disco della band blues rock svedese su TIMMUSIC!

I Blues Pills sono un noto gruppo blues rock svedeze nato a Orebro nel 2011. La band è formata dalla cantante svedese Elin Larsson, dal chitarrista francese Dorian Sorriaux, dal bassista americano Zack Anderson e dal batterista svedese André Kvarnstrom.

 

Di recente è uscito il loro ultimo disco intitolato “Holy Moly!”, ecco l’intervista alla cantante Elin Larsson a cura di Fabio Loffredo di Tuttorock.

> > > SCOPRI TIMMUSIC!

> > > Ascolta “Holy Moly!” su TIMMUSIC!

Ciao Elin, dopo 4 anni da “Lady In Gold” è uscito “Holy Moly!”, il nuovo album. Come sono nati i brani?

“Abbiamo prima lavorato a dei demo, abbiamo buttato giù alcune idee, le abbiamo registrate, le abbiamo studiate e abbiamo cercato di farle diventare dei brani da proporre al nostro produttore e da lì sono nati i brani che sono finiti nell’album.”

> > > Ascolta l’intera discografia dei Blues Pills su TIMMUSIC!

C’è stata una lunga pausa dal precedente album, ben 4 anni, perché?

“Non c’è un perché. Dopo “Lady In Gold” abbiamo suonato molto dal vivo per promuoverlo nel migliore dei modi, nel mezzo è uscito “Lady In Gold-Live In Paris”, poi ci siamo presi una piccola pausa per rielaborare le idee e sono passati 4 anni senza rendercene conto, abbiamo lavorato duro per creare i brani di “Holy Moly!” e se è passato tanto tempo è servito per creare un album che possa piacere ai nostri fan.”

C’è un cambio di line-up, non c’è più Dorian Sorriaux alla chitarra ma Zack Anderson che prima era un bassista e al basso c’è Kristoffer Schander, perché questi cambi? Cosa è successo a Dorian? L’avevo intervistato qualche anni fa prima di un concerto qui a Roma e mi sembrava molto motivato e contento dei consensi ricevuti come band e a lui come chitarrista dei Blues Pills!

“Non so dirti realmente il motivo, Dorian sta bene e siano rimasti sempre in contatto, ma lui ora è interessato a suonare folk music, musica acustica, è un grande cambiamento a cui noi non solo non ci sentiamo pronti, ma non lo vogliamo perché siamo una rock band. Volevamo cercare un altro chitarrista, ma Zack Anderson è anche un brano chitarrista e si è proposto, abbiamo provato e ne siamo rimasti entusiasti. Come ti ripeto noi siamo una rock band, ci piace suonare rock’n’roll e la divisione è stata la giusta scelta, ma siamo rimasti ugualmente molto in confidenza e in amicizia.”

Prima eravate una band multietnica, oggi quasi completamente svedese!

“Ahahahah! No ancora no, Zack Anderson è statunitense!”

 

Let the sunshine in �� � @alexanderfredriksson #bluespills

Un post condiviso da BLUES PILLS (@bluespills) in data:

Ah! Quindi è rimasto solo un non svedese!

“Sì, lui resiste ancora! Ahahahah!”

Cosa mi dici dei testi? Il loro significato?

“Parliamo della vita in generale, della vita di oggi e di qualsiasi altra cosa ci venga in mente!”

Quali sono le differenze tra “Blues Pills”, “Lady In Gold” e “Holy Moly!”?

“Sinceramente non ci sono molte differenze, sono tre album di rock, di rock’n’roll, forse “Holy Moly!” è più rock di “Lady In Gold” e forse il primo album “Blues Pills” aveva più energia ed era più diretto proprio per il motivo che era il primo album. “Holy Moly!” forse ha melodie più ricercate ma sempre molto rock.”

Il significato del titolo? Perché “Holy Moly!”?

Continua a leggere l’intervista su Tuttorock...