Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 06 agosto 2021 - Aggiornato alle 01:00
News
  • 20:10 | Dove serve il green pass
  • 18:04 | Gli habitat marini e terrestri italiani sono in pericolo
  • 18:00 | Covid, i dati del 5 agosto: il tasso di positività è al 3,4%
  • 17:46 | Gli aiuti al settore dello sci danneggiato dal Covid
  • 17:44 | MotoGP: ufficiale il ritiro di Valentino Rossi a fine 2021
  • 16:13 | Basket, Olimpiadi: la finale per l’oro sarà USA-Francia
  • 16:00 | Le previsioni dell'Oms sull'aumento dei contagi
  • 15:33 | Atletica, Massimo Stano medaglia d’oro nella 20 km di marcia
  • 14:20 | Roma, futuro in Spagna per Florenzi?
  • 14:15 | Jacobs portabandiera dell’Italia alla cerimonia di chiusura
  • 12:07 | Un quadro a Venezia: trovare Frank Stella da Peggy Guggenheim
  • 11:38 | A Washington Jannik Sinner ritrova la vittoria
  • 11:08 | "La vaccinazione completa protegge dalla variante Delta"
  • 11:06 | Maltempo al Nord, grandinate e pioggia da Pordenone a Lecco
  • 10:00 | Il decreto sul green pass nei giornali del 5 agosto
  • 09:42 | La 4x100 maschile in finale con il record italiano
  • 09:35 | Manfredi Rizza medaglia d’argento nella canoa velocità
  • 09:28 | Lukaku ormai a un passo dal Chelsea
  • 09:09 | Super Paltrinieri, bronzo nella 10 km in acque libere
  • 19:41 | Viaggi all'estero: dove non possiamo andare senza green pass
Mahmood Mahmood - Credit: Wordsforyou
IL DISCO DELLA SETTIMANA 14 giugno 2021

"Ghettolimpo" di Mahmood spiegato canzone per canzone

di Silvia Marchetti

L'artista torna con un nuovo album di inediti, ascoltalo subito su TIMMUSIC!

Ghettolimpo è il nuovo progetto discografico di Mahmood, artista che in breve tempo si è conquistato un posto fra i più importanti esponenti della scena musicale, con un tratto unico che lo distingue nel panorama contemporaneo.

L'album apre a un mondo dalle molteplici sfaccettature, dove ogni traccia rimanda a una simbologia e alla storia di un personaggio. Ecco il significato di ciascun brano

 

>>>ASCOLTA GHETTOLIMPO SU TIMMUSIC!

 

Il Ghettolimpo di Mahmood

Un universo popolato di dei e svariate figure, dove si uniscono le suggestioni tratte dai miti greci insieme alle esperienze di eroi moderni che vivono la loro quotidianità. Nel Ghettolimpo di Mahmood non troviamo personaggi onnipotenti appartenenti a un luogo irraggiungibile, ma la descrizione di semplici persone straordinarie che cercano di dare un senso alla propria vita.

 

Nessuno è immortale e nessuno è un semplice umano, ma si ritrovano entità con un’anima comune tesi a fronteggiare da un lato l’inarrivabile e dall’altro la realtà più cruda e quotidiana. Ghettolimpo rappresenta un immaginario fatto di due anime dalle molte sfumature che si ritrovano e intersecano nei testi dell’album, un disco autentico che prende ispirazione da influenze e riferimenti di vita trasformati in una dimensione artistica e sonora dalle molteplici contaminazioni.

 

Le collaborazioni e i feat

Anticipato dal singolo Inuyasha, da Klan e da Zero, brano che fa parte della colonna sonora dell’omonima serie originale Netflix di cui ha curato anche un episodio come music supervisor, l’intero disco è frutto della continua ricerca e sperimentazione musicale di Mahmood. 

 

E ci sono due preziosi featuring con Elisa, in Rubini, e con Woodkid in Karma, poliedrico artista internazionale, che ha anche prodotto il brano. Con la supervisione artistica di Dardust che lo accompagna fin dagli inizi, Mahmood ha inoltre coinvolto alcuni fra i migliori produttori come MUUT, Francesco Fugazza, Francesco "Katoo" Catitti e autori quali Davide Petrella, Salvatore Sini.

 

Le canzoni del disco

Dei

Dei è una filastrocca che vuole introdurre l’anima di Ghettolimpo. Il mondo meraviglioso della mitologia greca in cui Mahmood si immergeva da bambino, una passione nata da un’enciclopedia che leggeva spesso in camera sua. Le raffigurazioni di dei ed eroi lo hanno sempre appassionato e oggi quell’immaginario si ritrova nei suoi testi.
 

 

Ghettolimpo

Una preghiera libera dedicata a tutti coloro che si rivolgono al cielo. Qui il rapper ripercorre le sue origini, facendo iniziare il brano con un canto che riprende quello di un muezzin arabo: un ricordo legato a quando passava le estati in Egitto da bambino e udiva questa melodia potente che scandiva le cinque preghiere della giornata. "Voglio essere orgoglioso di dove arriverò, ma senza dimenticare cosa ho passato, e rimanere saldo alla famiglia, agli amici, all’amore", spiega Mahmood.

 

Musicalmente il brano cambia quattro volte, da un intro etereo, alla strofa rappata, un ritornello sospeso con melodie sognanti e uno special quasi parlato, una ricerca che corrisponde ai vari temi trattati nella canzone. 

 

Inuyasha

La canzone è una ballad ispirata a un manga giapponese: Inuyasha. L’omonimo protagonista del fumetto è un mezzodemone che riesce ad arginare il suo lato oscuro per tutelare i compagni di viaggio, rinunciando volontariamente a diventare un demone completo. Descrive la complessità delle relazioni, fra desiderio di espressione e necessità di non riversare sugli altri la propria parte peggiore, rinchiudendola “dentro una crisalide”.

 

Kobra

I Kobra rappresentano le persone di cui non ti puoi fidare e da cui Mahmood ha imparato bene a prendere le distanze. Il videoclip vede una speciale collaborazione con Hot Wheels, in cui il cantante si lancia in una corsa spericolata e adrenalinica che ha il sapore della continua sfida e del coraggio, a bordo di una speciale Jaguar F-Type Mattel. "Da bambino giocavo con la pista del giro della morte, e qui mi sono molto divertito a mettermi in gioco con questa inedita collaborazione".

 

Baci dalla Tunisia

In questo pezzo racconta i primi mesi successivi alla vittoria di Sanremo e il primo approccio con il viaggio internazionale: "l’ho scritto a Cannes, durante la mia prima session all’estero, assieme a un diciannovenne francese, Josh Rosinet, ripensando a un viaggio in Tunisia. Un’esperienza magica, ma anche complessa, in cui per la prima volta ho iniziato a fare i conti con la notorietà appena raggiunta e il mio conseguente stato d’animo. Ero felice perché ero riuscito a realizzare il mio sogno, ma spesso sentivo la mancanza della mia vita di sempre, degli amici, della mia famiglia".

 

Klan

Al contrario di Kobra, Klan, scritto insieme a Dardus e Davide Petrella, rappresenta il suo gruppo, la sua famiglia. Il ritmo della canzone accompagna un testo che racconta le dinamiche di chi vive così tanto insieme da ricordare un branco. 

 

Zero

Zero è la colonna sonora che chiude la serie omonima prodotta da Netflix, uscita questa primavera. Questa collaborazione ha permesso a Mahmood di ricoprire l’importante ruolo di music supervisor dell’ultimo episodio, per il quale ho curato la selezione musicale.


 

Rubini (feat Elisa)

Elisa è una delle artiste italiane che Alessandro ha nel cuore e per cui nutre una stima immensa. Questa collaborazione ha per lui un’importanza gigantesca, tanto che è il pezzo a cui ha più lavorato, perché voleva che fosse perfetto. "Dopo aver ascoltato il provino di Elisa ho iniziato subito a metterci la testa, abbiamo inizialmente provinato il pezzo in uno studio in Toscana, rielaborandolo con aggiunte di testo, un nuovo intro e aggiungendo delle chitarre sognanti nel ritornello".

 

Nel testo Mahmood parla della sua adolescenza con gli occhi di oggi. Un momento travagliato, che racconta le sue prime relazioni, le prime avventure con i due migliori amici e anche il disagio adolescenziale che provava in quegli anni.

 

Dorado

Dorado è stato scritto prima in spagnolo e poi tradotto in italiano, durante una session a Madrid. E’ un ritmo latino movimentato ma con radici mediorientali, parla di un viaggio onirico: Mahmood parte dalla sua cameretta e immagina di essere catapultato in un mondo dorato, pieno di diamanti. E’ una trasposizione di quello che ha vissuto negli ultimi anni, partito da Gratosoglio e ritrovatosi in situazioni completamente nuove. La canzone è stata realizzata in collaborazione con Sfera Ebbasta e Feid.

 

Talata

Forse il brano più xxx del disco. Il titolo, tradotto in arabo, significa “tre”: questa lingua è parte di Mahmood, lo rappresenta e voleva inserirla nell’album, nonostante nella sua vita abbia imparato solo alcune parole. "In questo caso ho voluto giocare con i numeri, ironizzando sulle mie passate relazioni e il mio rapporto con il sesso: ci sono legami che nascono come un gioco e non diventano mai seri, capisci che determinate persone non sono adatte a te, perciò quello che ti ricordi di loro sono solo i rapporti a livello fisico, e che le relazioni davvero importanti si contano sulle dita di una mano, quindi 1, 2, 3 = Talata", racconta l'artista.

 

T’Amo

In Ghettolimpo le suggestioni creative sono venute anche dalle origini sarde del rapper. Non si tratta solo di un omaggio alla madre, ma di una profonda dedica alle sue radici, alla sua terra: questa canzone rappresenta il suo DNA, il nucleo, e raccoglie tutto quello che è stato, dalla sua crescita alla sua educazione, fino ad arrivare a quello che è oggi.

 

Nel brano ci sono le cornamuse dei pastori sardi e “No potho reposare”, riferito alla canzone che la madre gli faceva ascoltare da piccolo. "Per interpretarlo ho scelto il coro femminile sardo di Orosei, Intrempas, di cui fa parte mia cugina Antonellina", precisa Mahmood.

 

Karma (feat Woodkid)

Questo brano nasce a Parigi, nello studio di Woodkid. "Abbiamo sperimentato insieme accordi e melodie al suo organo, scrivendo il testo in inglese, per poi tradurre solo la prima strofa in italiano. Mi sono messo in gioco a livello sia di scrittura che di melodia, cercando di unire il mio stile al mondo musicale molto riconoscibile di Woodkid, che ha anche prodotto il brano. Un bellissimo scambio artistico e un momento importante di ricerca per me".

 

Rapide

Il voler inserire richiami alla mitologia greca nei testi è partito tutto da qui e dalla frase “il ricordo è peggio dell’ade”. La canzone è la fotografia di un amore alla deriva: immagini che si affollano nella memoria o nel cuore. Vediamo correre questa storia tra le vie di una Milano caotica: litigi, tradimenti e ferite a cui subentrano ripensamenti e nostalgia.

 

Icaro è libero

Dopo aver aperto l’album con Dei, il cerchio si chiude con il mito di Icaro, attraverso il quale Mahmood racconta l’inarrivabile, quasi l’intoccabile: nella canzone paragona la figura mitologica a un carcerato, accomunati dallo stesso forte desiderio. Una spinta verso il raggiungimento dell’impossibile. Si tratta di una prigione solo metaforica, una società che alle volte ti schiaccia e tenta di tarparti le ali.

 

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento