TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 14:15

 /    /    /  maneskin miglior rock band mtv ema 2021
MTV Ema, i Maneskin sono la miglior rock band del 2021: prima volta per l'Italia

I Maneskin con il premio MTV Ema 2021 - Credit: Private/IPASocialIT / IPA / Fotogramma

PREMI MUSICA15 novembre 2021

MTV Ema, i Maneskin sono la miglior rock band del 2021: prima volta per l'Italia

di Silvia Marchetti

Battuti Coldplay, Foo Fighters, Imagine Dragons, Kings Of Leon e The Killers

I Maneskin non si fermano più e stabiliscono un nuovo record. Il gruppo romano di Zitti e buoni e Mammamia è infatti la miglior rock band del 2021 agli MTV European Music Awards. Nessun artista del nostro Paese era mai riuscito ad arrivare fin qui, neanche alle nomination. Ecco come è andata la serata in Ungheria e come hanno reagito Damiano e soci durante la premiazione.

 

>>>ASCOLTA I MANESKIN SU TIMMUSIC!

 

A Budapest, a contendere loro lo scettro, c'erano gruppi del calibro di Coldplay, Foo Fighters, Imagine Dragons, Kings Of Leon e The Killers. Ma i Maneskin hanno sbaragliato la concorrenza e si sono aggiudicati il premio come Best Rock Band dell'anno. Si tratta del primo successo italiano in una delle categorie internazionali nella storia degli Ema.

 

Damiano, Victoria, Ethan e Thomas hanno poi incendiato la Papp László Budapest Sportarén con una performance esplosiva, accompagnati da un gigantesco cartello con il titolo della canzone dal quale sono poi esplosi fuochi d'artifici: la loro Mammamia live ha mandato in delirio il pubblico, che ha cantato a squarciagola il brano dall'inizio alla fine.

 

 

"Quest'anno bisogna andar fieri del nostro Paese per i risultati raggiunti non solo da noi, ma da tanti sportivi e da personalità della cultura, peccato per i diritti civili, dove continuiamo a rimanere indietro e invece per noi sarebbe stata la vittoria più importante", hanno dichiarato i Maneskin sul palco, facendo riferimento alla recente bocciatura del ddl Zan da parte del Parlamento italiano.

 

L'evento targato Mtv si è svolto in un Paese come l'Ungheria nel mirino della comunità internazionale per il mancato rispetto dei diritti Lgbt+. "Siamo sempre schierati da quella parte - hanno aggiunto i quattri musicisti ventenni - sia sul palco che nella vita privata".