Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:23
Live
  • 16:00 | A chi andrà il patrimonio del principe Filippo
  • 15:35 | Covid-19 seconda causa di morti dopo i tumori a marzo-aprile 2020
  • 15:32 | Chi è Luca Ravenna: età, fidanzata e carriera
  • 14:30 | Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare Clubhouse
  • 14:00 | Come vincere bici, monopattini e giardini idroponici con TIM Party
  • 14:00 | Le grandi mostre che riaprono il 26 aprile
  • 13:45 | “E dentro sono blu” è il nuovo singolo di Francesco Arpino, l’intervista
  • 13:44 | Covid, quali paesi hanno applicato il coprifuoco
  • 13:15 | Quali sono gli stili di arredo più amati
  • 12:48 | Deddy, inediti e testi del cantante di Amici 20
  • 12:38 | Coltivazione della soia e impatto ambientale, cosa dobbiamo sapere
  • 12:25 | Quali sono gli uccelli più rari?
  • 12:15 | La Cappella degli Scrovegni su Haltadefinizione
  • 12:14 | Setter irlandese: info e carattere di questa razza
  • 12:10 | Tutto su "Anna", la serie tv di Niccolò Ammaniti
  • 12:04 | 5 curiosità su Napoleone Bonaparte
  • 11:34 | Catherine Zeta-Jones e Michael Douglas festeggiano la figlia
  • 11:29 | Usa, condannato l'agente che uccise George Floyd
  • 11:18 | Il Borussia Dortmund vuole André Silva
  • 11:15 | Barbabietola al forno per un contorno light
“Mirror” è l’ultimo disco di Yung Belial, l’intervista Yung Belial - Credit: Tuttorock
MUSICA 5 marzo 2021

“Mirror” è l’ultimo disco di Yung Belial, l’intervista

di Giovanna Ghiglione

Ascolta subito su TIMMUSIC il nuovo disco dell’artista che unisce trap e metal

Si intitola “Mirror” ed è l’ultimo disco di Yung Belial, uscito per Subsound Records e prodotto da Luciano Lamanna.

Ecco l’intervista all’artista  - attivo nella scena techno, rap e metal underground con diversi progetti - a cura di Marco Pritoni di Tuttorock.

> > > Ascolta su TIMMUSIC Mirror!

Ciao Yung! Innanzitutto come stai?

Bene, grazie, in questo periodo mi tengo impegnato per scivolare tra una quarantena e l’altra, ma è meno peggio di quanto mi aspettassi.

> > > Ascolta su TIMMUSIC tutti i brani di Yung Belial!

Lo scorso 30 ottobre è uscito il tuo nuovo album, “Mirror”, che riscontri stai avendo?

Fortunatamente i miei fan si sono adattati al cambio stilistico. Non manca la gente che rimpiange lo stile precedente, ma penso sia qualcosa con cui qualsiasi artista eclettico si deve trovare a fare i conti prima o poi.  Ho così tanta musica da far uscire in futuro che sono sicuro soddisferà i gusti di tutti.

Parlami un po’ di come nasce un tuo brano, parti dai testi poi aggiungi i suoni o viceversa?

Solitamente preparo prima la strumentale, è molto difficile che io inizi prima dal testo, anche se di solito il concept della traccia dal punto di vista delle lyrics l’ho già ben chiaro ancora prima di fare il beat. Penso che molta gente faccia così perché è molto più difficile, o comunque più lento, adattare una base al testo che viceversa, e in un certo senso a volte ti spinge in direzioni nuove. In base al beat a volte ti trovi a usare dei flow che non hai mai utilizzato prima, quindi è divertente adattarsi alle ritmiche della strumentale.

Ti sei avvalso della collaborazione di uno storico produttore, Luciano Lamanna, attivo da anni nella scena techno, rap e metal underground, come sei arrivato a lui?

Notai un suo beat che aveva postato su Instagram (che poi è diventato il beat di Nailbomb) e mi accorsi che aveva tra le persone seguite Blssnd, un grafico eccezionale che mi accompagna nel mio percorso praticamente dall’inizio della mia carriera. Così gli scrissi chiedendogli di Luciano e lui ci mise subito in contatto. Dopo qualche giornata passata a parlare ci siamo messi d’accordo e sono andato a Roma a fare il disco.

Si sente molta rabbia e sofferenza nei tuoi versi e nella tua voce, è la musica la tua migliore valvola di sfogo e la miglior terapia per scacciare i demoni interiori?

Assolutamente sì. Penso che fare musica sia meglio di andare dallo psicologo o di fare yoga, mi da veramente una soddisfazione indescrivibile. Potersi sfogare, nel modo in cui si vuole, con piena libertà artistica, è fantastico. Non sempre è sufficiente a liberarti dal dolore e dalla tristezza ma sicuramente è qualcosa che reputo strettamente necessario.

Nella tua proposta musicale ci sono molte influenze diverse, in particolare trap, metal e industrial, tu ascolti un po’ di tutto?

Continua a leggere l’intervista su Tuttorock > > >

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento