TimGate
header.weather.state

Oggi 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 15:30

 /    /    /  intervista a garrett kato timmusic
“N. Hemisphere” è il nuovo EP di Garrett Kato, l’intervista

Garrett Kato- Credit: Tuttorock

MUSICA23 ottobre 2020

“N. Hemisphere” è il nuovo EP di Garrett Kato, l’intervista

di Giovanna Ghiglione

Ascolta subito i nuovi brani del cantautore canadese su TIMMUSIC!

Garrett Kato è un cantautore canadese di base in Australia. Un grande talento che è passato dal suonare per strada all’ottenere milioni di stream digitali in tutto il mondo. Lo scorso agosto è uscito il suo nuovo EP intitolato “N. Hemisphere”, anticipato dai singoli “Moon” e “It’s Easier When You’re Standing There”.

 

Ecco l’intervista a cura di Marco Pritoni di Tuttorock.

> > > SCOPRI TIMMUSIC!

> > > Ascolta “N. Hemisphere” su TIMMUSIC!

Ciao Garrett, prima di tutto so che la situazione pandemica in Australia è di nuovo brutta, tu come stai?

“Ehi ragazzi! La situazione non è così male dove vivo a Byron Bay, ma Victoria è stata colpita duramente da una seconda ondata. È un momento in cui dobbiamo essere grati anche per le cose più semplici della vita, come l’acqua e un tetto dove ripararsi. Ho scoperto che ciò aiuta a vedere meglio le cose in prospettiva.”

> > > Ascolta l’intera discografia di Garrett Kato su TIMMUSIC!

Parliamo del tuo nuovo EP “N. Hemisphere”. Com’è nata l’idea di dividere queste uscite in due EP?

“Prima di tutto grazie per averlo ascoltato. Inizialmente sono partito con la scrittura di due racconti; prima dell’Australia e dopo l’Australia. Credo che la mia vita sia stata divisa in due, quindi aveva senso pubblicare le canzoni seguendo quei due capitoli.”

Sei contento di come “S. Hemisphere” sia stato accolto dalla critica e dalla gente?

“Sì, molto. Ho avuto la fortuna di scrivere e registrare una canzone con la mia amica Julia Stone e inserirla nel disco, sono orgoglioso di questo e onestamente cerco di non pensare troppo alla critica.”

Quando è stato il momento in cui hai deciso di lasciare il Canada e trasferirti così lontano e perché?

“Intendevo lasciare il Canada per l’Australia solo per tre mesi, sono partito con una borsa di vestiti e non avevo idea di cosa avrei fatto o dove sarei finito. Sono passati dieci anni da quando me ne sono andato e da allora ho messo su famiglia e comprato una casetta, la vita è così imprevedibile.”

 

Rifaresti questa scelta?

“La rifarei, è stata la decisione migliore che abbia preso nella mia vita. Anche la più spaventosa.”

Quanto ti manca l’emisfero in cui sei nato?

“Lo scorso Natale sono tornato dalla mia famiglia, mi è piaciuto molto, la neve, i festeggiamenti, vedere i miei genitori, i miei fratelli e mia sorella, queste sono le cose che mi mancano di più. Se potessi, trasferirei tutta la mia famiglia a Byron e vivremmo tutti in un’enorme fattoria.”

Apprezzo molto i video che accompagnano “‘Moon”, “It’s Easier When You’re Standing There” e “Permanently”, sono tue le idee? Chi li ha realizzati?

Continua a leggere l’intervista su Tuttorock...