Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 ottobre 2020 - Aggiornato alle 11:40
Live
  • 11:14 | La presentazione di Hauge e Dalot al Milan
  • 11:00 | Roger Federer mette nel mirino gli Australian Open
  • 11:00 | I 57 Cavalieri della Repubblica nominati da Mattarella
  • 10:11 | La bella vittoria della Lazio sul Borussia Dortmund
  • 09:52 | La vittoria della Juventus a Kiev
  • 09:46 | "Ma Rainey's Black Bottom", l’ultimo film di Chadwick Boseman
  • 09:00 | “The Theory Of The Absolutely Nothing” è l’album di debutto di Alex the Astronaut
  • 09:00 | Che fine hanno fatto i Righeira?
  • 09:00 | Come calcolare classe energetica di casa
  • 09:00 | Come si formano i buchi neri
  • 09:00 | Citazioni per biografia Instagram
  • 09:00 | Perché gli italiani gesticolano tanto?
  • 09:00 | Chi ha inventato la scuola
  • 06:00 | I titoli dei giornali di mercoledì 21 ottobre
  • 00:36 | Che cosa sta succedendo in Nigeria
  • 22:58 | Champions League, la Lazio affonda il Borussia Dortmund
  • 22:56 | Champions, Manita del Barcellona, lo Utd vince a Parigi
  • 20:53 | Champions League, Dinamo Kiev-Juventus 0-2, doppietta di Morata
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 19:46 | Pregliasco: "La situazione in Lombardia è esplosiva"
“Protagonista”, il singolo tratto da “Protagonista del finale” di Gipsy Fiorucci: l’intervista Gipsy Fiorucci - Credit: Tuttorock
MUSICA 20 luglio 2020

“Protagonista”, il singolo tratto da “Protagonista del finale” di Gipsy Fiorucci: l’intervista

di Giovanna Ghiglione

Ascolta il singolo e l’intero album della cantante umbra su TIMMUSIC!

Chi è Gipsy Fiorucci?

Marta Fiorucci, in arte Gipsy Fiorucci, è una cantautrice umbra nata a Città di Castello, in provincia di Perugia.

L’artista propone uno stile musicale dalle sonorità derivanti dalla tradizione pop-rock internazionale che si caricano di un flusso d'energia graffiante che coinvolge l’ascoltatore fin dal primo istante.

 

Ecco l’intervista a cura di Marco Pritoni di Tuttorock in occasione dell’uscita del singolo “Protagonista”, tratto dall’album “Protagonista del finale”.

>>>SCOPRI TIMMUSIC!

> > > Ascolta “Protagonista” su TIMMUSIC!

Ciao Marta, prima di tutto, ti chiedo come va in generale e come hai impiegato il tempo della quarantena?

“Ciao! Attualmente sono immersa totalmente nella promozione del mio nuovo singolo uscito da pochi giorni, durante il periodo della quarantena posso dire di aver impiegato il mio tempo nel miglior modo possibile dedicandomi a tantissime cose; in primo piano sicuramente alla mia parte creativa scrivendo e sviluppando nuovi brani, ho lavorato alla realizzazione del videoclip di “Protagonista” in quanto le immagini dove sono presente le ho girate a casa mia, poi mi sono dedicata alla conoscenza e all’approfondimento di argomenti che mi stanno a cuore, ho seguito corsi e lezioni online, ho letto libri e pregato molto per la situazione drammatica che aveva colpito il nostro paese e tutto il mondo.”

Hai pubblicato da poco il nuovo singolo “Protagonista”, tratto dal tuo album “Protagonista del finale” uscito lo scorso dicembre, che io apprezzo molto, vuoi parlarmi un po’ di questo brano? Com’è nato e con chi hai collaborato per scriverlo?

“Questo brano è sicuramente uno dei più introspettivi e autobiografici di tutto l’album, infatti descrive principalmente gli stati d’animo che mi hanno attraversato nel corso degli anni e tutte le difficoltà incontrate nel mio percorso artistico in contrapposizione con la voglia sempre più forte di combattere per il proprio sogno e andare sempre avanti per poter essere appunto “Protagonista del finale”; è stato scritto da me in collaborazione con l’autrice Lina Falaschi e il compositore Riccardo Brunamonti e l’arrangiamento è stato curato dal grande produttore artistico Renato Droghetti che vanta collaborazioni con Paola Turci, Edoardo Bennato, Dodi Battaglia, Paolo Meneguzzi e tanti altri, con la supervisione di Manuel Autieri, fondatore dell’etichetta bolognese SanLucaSound.”

> > > Ascolta l’intera discografia di Gipsy Fiorucci su TIMMUSIC!

Come sta andando l’album?

“L’album “Protagonista del finale”, uscito il 10 Dicembre scorso su tutte le piattaforme digitali, rappresenta per me il sogno di una vita, un progetto a cui ho dedicato anima e corpo curando ogni minimo particolare in prima persona, devo dire che mi sta regalando belle soddisfazioni avendo avuto buonissimi riscontri sia di pubblico che di critica e, come affermo sempre, in questo disco è racchiusa la mia anima e la cosa più importante è che possa arrivare al cuore di chi lo ascolta.”

 

Quanto c’è di autobiografico negli altri brani?

“Riallacciandomi al discorso di prima “Protagonista” è senza dubbio tra i brani più autobiografici seguito da “Specchi di Luce”, il singolo uscito a Novembre che ha anticipato l’album, “Attimi per attimi” e “Non c’è via d’uscita”, direi che sono questi i più intimi e introspettivi con un impatto emozionale importante.”

Ci sono anche alcune tue interpretazioni di brani di altri artisti, come “What’s Up” dei 4 Non Blondes, “Imagine” di John Lennon, “Sei nell’anima” di Gianna Nannini, “Try” di Pink e “Shattered” dei The Cranberries, ciò dimostra che spazi molto tra i generi musicali, ma quali sono gli artisti che più hanno influenzato la tua carriera?

“Le cover che ho scelto di inserire in questo progetto discografico mi rappresentano e mi appartengono molto, per citarne alcune “What’s Up” mi ha accompagnato fin dall’età dell’adolescenza quando la interpretavo con immensa gioia già nelle mie prime formazioni di rock-band che avevo allora, “Shattered” è il mio personale omaggio alla grandissima Dolores O’Riordan, voce unica e indimenticabile dei The Cranberries, gruppo che ho amato da sempre e con cui sento un legame profondo di appartenenza come energia e sound musicale e che sicuramente ha influenzato positivamente la mia carriera; è vero poi che spazio tra vari generi musicali ma principalmente posso dire di avere un’anima rock in tutte le sfumature che esso comprende, penso anche che sia fondamentale al di là del genere mettere al centro la propria creatività e unicità presente in ognuno di noi  e che deve essere il nostro marchio, quello che in qualche modo ci distingue da tutti gli altri e che ci rende riconoscibili fin dal primo ascolto.”

Quando hai deciso di fare la cantante?

Continua a leggere l’intervista su Tuttorock...

Leggi tutto su Intrattenimento